sabato 31 dicembre 2011

Grissini


grissini
Grissini

Come ultimo post dell'anno volevo proporvi questa ricetta di grissini veloce veloce. Sono dei grissini che di solito prepariamo come antipasto per il cenone , avvolti col prosciutto crudo. A dire il vero prepariamo un bel pò di antipasti accompagnati da un aperitivo fatto in casa, aperitivo di cui ricetta non è mai uguale. Ingredienti basi sono un buon gingerino (di cui vado matta) e liquori che troviamo in casa...e si..una volta l'anno ci sta che si esagera un pò!
Ma ora veniamo alla ricetta dei grissini, che come detto è veloce e facile, i grissini che ne verranno fuori saranno fragranti e friabili. Vi lascio Augurandovi un Buon fine Anno e un 2012 di giorni meravigliosi a tutti!

Ingredienti per circa 300 gr di prodotto:
  • 300 gr farina 00
  • 10 gr circa di lievito di birra 
  • acqua 
  • sale
  • 5 cucchiai olio evo
Inoltre
  • sale grosso per la superficie


martedì 27 dicembre 2011

Tronchetto di Natale al cioccolato 2

Dolcigolosità- tronchetto cioccolato
Tronchetto di Natale

Voi direte: un altro tronchetto? E si...per me questo è il vero Bûche de Noël, tutto al cioccolato. L'ho realizzato per la mia famiglia per il pranzo di Natale e devo dire che ha superato le mie aspettative. Ci ho speso più tempo per fare le decorazioni che per realizzare il dolce, mi sà che lo riprorrò in altre versioni quando sarà passato il periodo natalizio. Questa volta l'ho realizzato solo con la crema al cioccolato ed ho aggiunto il rhum, se aggiungevo la panna avrei fatto una strage in casa...e devo dire che lo preferisco così; anche perchè la superficie risulta più sostenuta per le decorazioni. Vi riporto la ricetta, che sostanzialmente è quasi uguale alla precedente, ma con le dovute modifiche.


Ingredienti

Per la pasta biscotto:

  • 100 gr farina 00
  • 50 gr amido mais
  • 120 gr zucchero semolato
  • 50 gr zucchero a velo
  • 4 uova
  • 1 cucchiaio miele
  • 1 bustina vanillina
  • 1 pizzico sale 

  Per la crema al cioccolato
  • 500 ml latte
  • 50 gr cacao
  • 50 gr cioccolato fondente (io Mirco Della Vecchia)
  • 125 gr zucchero
  • 60 gr amido mais
 Inoltre
  • rhum

Per le foglie al cioccolato


Per i fiocchi di neve
  • glassa reale




sabato 24 dicembre 2011

Zeppole calabresi salate

Dolcigolosità-zeppole calabresi


La zeppole sono una delle tradizioni irrinunciabili per un calabrese DOC, è un impasto lievitato di farina e patate che viene fritto. Si consumano al pranzo della vigilia per mantenersi ''leggeri'' per il cenone di Natale e poi via via si consumano nei giorni seguenti come sostituto del pane oppure quando si ha un languorino. Le zeppole accompagnano tutti i pasti di tutto il periodo natalizio, quindi si usa produrne grandi quantità, durano un paio di giorni e personalmente le preferisco il giorno dopo.
Un'immagine simbolo che porterò sempre con me, è la pentola in cui viene messo l'impasto a lievitare vicino ad una fonte di calore. Quando ero piccola la fissavo e non vedevo l'ora che l'impasto fosse pronto, fin quando lo scoperchiavo e vedevo magicamente la pasta che voleva sdrabordare...che emozioni! Gli ingredienti sono per circa 2 kg di prodotto finale, possono bastare per circa 8/10 persone.
Colgo l'occasione per Augurarvi a tutti un Felice e Sereno Natale!!!!!!!


Ingredienti:
  • 1 kg farina 00 (più circa 200 gr se la patata è troppo morbida ed assorbe troppa farina)
  • 1 kg patate
  • 30 gr lievito di birra
  • acqua
  • 10 gr circa di sale

giovedì 22 dicembre 2011

Tronchetto di Natale al cioccolato




E anche quest'anno è arrivato il tronchetto, un dolce golosissimo fatto con una crema cioccolatosa che adoro! I miei dovevano andare a fare una visita e volevano qualcosa da portare, quale migliore presente visto il periodo natalizio??? Giusto, esso..fatto, decorato, andato ed io essere rimasta con la voglia d'assaggiare. =_=
Devo dire che questa pasta biscotto mi lascia sempre soddisfatta, è molto elastica grazie all'aggiunta del miele, vi suggerisco di inserirlo nelle vostre ricette perchè la differenza si nota molto. Mi dispiace non potervi far vedere l'interno, era composto da crema al cioccolato e nocciole, invece l'esterno era sempre crema al cioccolato addizionata con un pò di panna montata. Non ho strafatto perchè il dolce era destinato ad una signora (forse avrebbe gradito..mah...chissà), ma alla crema, una volta messa a raffreddare, avrei aggiunto un pò di rum che non fa mai male.
Non mi dilungo oltre perchè devo tornare in cucina per pasticciare ancora, in questi giorni vedrete che briga mi sono presa...perciò andiamo avanti che dietro ci siamo già stati! [cit.]


Ingredienti

Per la pasta biscotto:
  • 100 gr farina 00
  • 50 gr amido mais
  • 120 gr zucchero semolato
  • 50 gr zucchero a velo
  • 4 uova
  • 1 cucchiaio miele
  • 1 bustina vanillina
  • 1 pizzico sale 

  Per la crema al cioccolato
  • 500 ml latte
  • 50 gr cacao
  • 50 gr cioccolato fondente (io Mirco Della Vecchia)
  • 125 gr zucchero
  • 60 gr amido mais

Per le decorazioni

Inoltre
  • nocciole tritate per l'interno
  • 100 ml di panna da montare per la copertura


martedì 20 dicembre 2011

Torrone croccante di arachidi

Dolcigolosità- torrone croccante arachidi
Torrone croccante di arachidi


Il torrone, secondo me, è il dolce principe del Natale. Che sia bianco, nero, morbido, duro, croccante, con l'ostia, variegato..non deve mai mancare! Il mio paese poi, vanta una ricca produzione e devo dire che è molto apprezzato sia localmente che non, non per caso c'è in atto una dolce disputa tra Taurianova e Bagnara Calabra, dove ci si contende il primato della produzione del dolce.
Non vorrei trasformare questo post in un papiro, ci sarebbero tante cose da dire, ma una la vorrei raccontare. Avevo all'incirca 16 anni quando un giorno, con una mia cugina, andammo in un laboratorio di pasticceria sotto casa sua per comprare il gelato. Quando entrai rimasi letteralmente affascinata dal luogo, non avevo mai visto un laboratorio di pasticceria e, dopo aver chiesto quello che volevamo, iniziammo a fare un po' di domande al pasticcere che si trasformò in una mini lezione. In pratica quello era un laboratorio utilizzato solo per la produzione del torrone e del gelato,  Ci spiegò che loro lavoravano con quintali di frutta secca,  producevano il torrone in grandi pentoloni che poi riversavano su quel grande tavolo al centro della stanza che aveva catturato la mia attenzione. Era un tavolo notevole con base in marmo e bordi sempre in marmo alti circa 2 cm. Dopo aver cucinato il torrone ungevano il tavolo con l'olio e lo riversavano su di esso, procedendo poi col stendere quest'ultimo con un enorme mattarello per rendere il prodotto finale livellato e con la frutta secca tutta sistemata in orizzontale.
Nonostante siano passati parecchi anni, questo ricordo è rimasto molto impresso nella mia mente e oggi avrei tanta voglia di rivarcare la soglia di uno dei tanti laboratori del paese per poter rubare un po' di segreti del mestiere...però non credo che i pasticceri ne sarebbero molto contenti!
Devo dire che qualche cosa però sono riuscita a reperirla, devo fare un po' di esperimenti e poi, se verrà come dico io, vi posterò la ricetta del Torrone Taurianovese. Intanto vi dovete accontentare del semplice croccante, che comunque, fa la sua bella figura. 

Ingredienti:

  • 200 gr arachidi
  • 150 gr zucchero semolato
  • 2 cucchiai acqua
  • mezzo limone
  • cannella
  • noce di burro
 Inoltre:
  • 200 gr di cioccolato fondente

giovedì 15 dicembre 2011

Birthday cake brother: panna, crema e nocciole

Dolcigolosità-panna, crema e nocciole

Una torta golosa tutta per il mio fratellino...ino insomma!!!
Non ho mai parlato di lui, spero non me ne voglia se adesso mi faccio scappare due cosine. Fa parte di una band musicale chiamata '' Prospettive di Gioia sulla Luna'', QUA la loro pagina facebook, vorrei approffittare per fargli un In bocca al lupo a lui e al resto della band e.....TANTI AUGURI ROBY!!!!!
Per lui ho pensato ad una torta fatta di crema pasticcera con pezzi d'ananas, velatura di crema alle nocciole, nocciole e decorazioni in cioccolato.


Ingredienti per uno stampo da 24:
Per il pan di spagna
  • 150 gr di farina 00
  • 25 gr di fecola di patate
  • 175 zucchero
  • 4 uova
  • 1 bustina lievito per dolci 
  • 1 bustina vaniglia 
  • 1 pizzico sale 
  • 4 cucchiai acqua calda

Crema pasticcera:
  • 500 ml latte
  • 160 cucchiai zucchero
  • 60 cucchiai amido mais
  • 4 tuorli
  • 1 pizzico sale
  • aroma vaniglia
  • scorza limone
Inoltre:
  • 500 ml panna da montare
  • pasta di nocciole (io Saracino)
  • 50 gr circa cioccolato fondente per le decorazioni
  • nocciole
  • 7/8 fette d'ananas
  • cacao amaro
  • liquore a  piacere per la bagna

giovedì 8 dicembre 2011

Susumelle (dolce natalizio calabrese)

Dolcigolosità- susumelle(dolce calabrese)
Susumelle




Arriva il Natale e si torna indietro col tempo....
Sapori, odori, forme restano immutati lasciando una traccia continua tra le tradizioni e le generazioni che si susseguono. Nella mia cittadina, Taurianova, le pasticcerie sono in un tour de force per fronteggiare la gran mole di richiesta del nostro famoso Torrone artigianale, ma io voglio parlarvi oggi, di un altro prodottto locale, le Susumelle.
Prodotto tipico del periodo natalizio ma che viene commercializzato tutto l'anno. L'ingrediente base è il miele (castagno, fico, millefiori) e le spezie, quali la cannella e i chiodi di garofano; si intuisce che è un prodotto della tradizione proprio dal tipo di ingredienti, ogni famiglia, seppur povera, conservava in credenza del miele e della frutta secca. Una variante di questo dolce è proprio la susumella ''cà passula'' (con l'uva passa) e canditi, ma sempre completato con una glassatura di cioccolato oppure con la glassa reale. Il dolce veniva consumato a fine pasto insieme alla frutta secca accompagnato da un vino dolce, magari ''ammogghjadulu'' (inzuppandolo) proprio nel vino stesso.
Le susumelle sono davvero gustose e profumate, di un odore tipico che in nessun altro dolce ho rinscontrato e sono davvero semplici da realizzare. Come avrete potuto notare mi sono presa una piccola ''licenza artistica'' (artistica è un parolone) glassandone un paio e decorandoli con motivi natalizi, ma la vera susumella doc ha una semplice glassatura.
Nella ricetta è presente, come agente lievitante, l'ammoniaca in polvere. Sò che qualcuna storce il naso al solo sentirla nominare, ma vi strassicuro che non si sente nulla. D'altronde, le nostre nonne non avevano il lievito in bustina, eppure queste ricette sono arrivate fino a noi!

Ingredienti:
  •  500 gr farina 00
  • 130 ml latte
  • 180 gr zucchero
  • 200 gr miele
  • 10 gr ammoniaca
  • mezzo cucchiaino bicarbonato
  • mezzo cucchiaino cannella
  • 3 chiodi di garofano (ridotti in polvere)
  • un pizzico di sale
  • (se se desidera 100 gr uva passa)
Per la glassa:
  • 200 gr circa di cioccolato fondente

lunedì 28 novembre 2011

Biscotti al cacao glassati

Dolcigolosità-biscotti al cacao glassati


Ohhhh...posso tornare a postare, finalmente la fotocamera è tornata a casa! ^.^
In questi giorni di meditazione stavo  pensando a delle idee alternative per dei pensierini per le prossime festività. Dopo i servizi giornalistici di gente in preda a crisi d'isterismo davanti ai negozi, che, diciamocelo, fanno un pò sorridere e un pò piangere, per accapparrarsi il regalo migliore...mi sono chiesta: ma perché?
Perché tutta sta smania di spendere anche quando non possiamo, perché il regalo supertecnologico, perché mandare la gente all'ospedale per un iPod, una Wii o qualsiasi altra diavoleria fondamentalissima per la vita di un essere umano? =_='
Ma il Natale è davvero questo? Io mi rifiuto di dire di si e la mia risposta super casalinga a tutto ciò sono dei biscotti glassati fatti con amore e tanta pazienza a casa propria. 
La mia idea di regali è un pò diversa, un pensierino non si nega a nessuno, il regalo è per pochi, se si può. Quindi, quest'anno, un regalo lo farò di sicuro al mio amore, per il resto solo pensierini. C'è crisi gente...!
Sono dei semplici biscotti di cacao con glassa reale, che ho sperimentato per la prima volta. Credevo che la glassa fosse più difficile da realizzare, invece mi sono dovuta ricredere, la parte difficile sono stati i ghirigori che, se non prendi un pò di confidenza, sembrano dei scarabocchi fatti dai bambini dell'asilo.
L'unica difficoltà è stata questa, perciò vi consiglio di prendere prima confidenza con carta e penna e poi dare sfogo alla vostra fantasia sui biscotti. =_^

 Ingredienti:
  • 200 gr farina 00
  • 50 gr cacao amaro
  • 80 gr burro
  • 1 uovo
  • mezza bustina lievito per dolci
  • 3 cucchiai panna da montare
  • 1 pizzico di sale
  • aroma d'arancia
  • mezzo cucchiaino cannella

mercoledì 16 novembre 2011

Facaccia di casa mia

Dolcigolosità-Focaccia-pizza

Dopo il post dei rustici chiudo il cerchio proponendovi la focaccia e la pizza di casa mia. Praticamente io sto scrivendo il post e fatto (malamente) le foto, il resto è opera di mia madre. Invece la soppressata che vedete affianco è opera di mia suocera.
 Mi dispiace per le foto...troppo scure e quasi sfuocate, ma sono state fatte col cellulare e alle 21, non proprio il massimo...ma il mio caro fratellino mi ha scippato per 15 gg della fotocamera :(
Anzi colgo l'occasione per fare sia a lui che al resto del gruppo, un GRANDE  ''In bocca al lupo'', si trovano a Bologna per registrare il loro primo album ufficiale! Magari più in là ve ne parlo un pò...ma ora torniamo a noi.
La pizza è semplicemente pomodoro, origano, alici, funghetti, non tanto alta ma soffice sopra e croccante sotto. Tanti la preferiscono spessa, chi fina, chi con la crosta dura ecc..si sà, la pizza è una ma ha diverse interpretazioni, questa è quella che facciamo a casa mia. Invece la focaccia è molto alta e soffice, che sò molto bene distante da quella famosa genovese, però a noi ci piace mooolto!
Se notate che è leggermente ''abbronzata'' è dovuto al fatto che noi cuciniamo sia pizza che focaccie nel forno della cucina economica. Quindi la temperatura non è sempre costante, basta un legno in più e si rischia l'inguacchio!
Le dosi che andrò ad indicarvi sono per 2 panetti da 450 gr ( 2 pizze) più un panetto da 1 kg ( focaccia).
Il prossimo post giuro che sarà dolce...alla prossima :)

Ingredienti per 1,950 kg di pasta (2 pizze più una focaccia):
  • 1,200 kg farina 00
  • 50 gr lievito di birra
  • acqua Q.B.
  • sale Q.B
  • 8 cucchiai di olio di semi


    sabato 12 novembre 2011

    Rustici



    Dolcigolosità- rustici


    Ok nel post precedente avevo detto che stavo iniziando a stare attenta alle calorie, ma questo è uno sgarro che ''s'adda fà''. Sono giustificata perchè questi rustici l'ho preparati e pappati domenica, giorno in cui non guardo in faccia a nessuno!!!:p
    A casa mia i calzoni li prepara mia madre, con la classica pasta della pizza, però, ogni tanto, mi piace variare e preparo questi rustici  che vogliono assomigliare ai rustici siciliani.
    Questo impasto sarebbe buono anche dolce, ma andrebbe aumentata la dose dello zucchero e sostituita la farina con quella di manitoba. Ma ancora non vi posso assicurare niente, appena li sperimento e, se vengono bene, li posterò!

    Ingredienti:
    • 600 gr farina 00
    • 200 gr farina grano duro
    • 70 gr strutto (oppure olio)
    • 100 ml latte tiepido
    • 25 gr lievito di birra
    • 1 cucchiaino zucchero
    • 1 cucchiaio e mezzo di sale 
    • acqua tiepida ( se serve)
    Ripieno:
    • prosciutto cotto
    • salsa di pomodoro condita con olio e sale ed origano
    • mozzarella
    • wurstel


    giovedì 10 novembre 2011

    Biscotti al miele

    Dolcigolosità- biscotti al miele

    Anche voi sentite già la sensazione che le feste natilizie siano dietro l'angolo e che vi porteranno, come ogni anno, a pensare....cavolo ora ingrasso!
    Si perchè fino a novembre sono tranquilla con me stessa, ma già dagli inizi di dicembre mi sento già pesante senza aver ancora mangiato. No che sia una fissata per la linea, ma ci tengo a non strabordare e buttare lacrime da coccodrillo, ergo....biscotti light!!!!!! Voi direte: ma c'è il cioccolato sopra!! Si certo, quelli sono per il resto della famiglia, che se frega della linea, i miei li ho lasciati lindi.
    Non credo che siano super light, ma un pò di calorie a biscotto penso d'averli recuperati. Questi biscotti sono stati realizzati con poco burro e dolcificati col miele. Vi dico subito che con le dosi che vi scriverò, il dolce si sentirà appena, perciò se li preferite più dolci aumentate la dose del miele. Il profumo di questi biscotti, vi assicuro, è impareggiabile!


    Ingredienti:
    • 400 gr farina 00
    • 130 gr miele
    • 1 uovo
    • 80 gr burro
    • 1 bustina lievito
    • 1 pizzico di sale
    Inoltre:

    mercoledì 26 ottobre 2011

    Crostata marmellata albicocche


    Dolcigolosità- Crostata marmellata d'albicocche




    Faccio ammenda, nell'ultimo post avevo scritto che sarei ritornata, ma non è andata propriamente così!
    Avevo perso un pò la voglia di pasticciare, colpa l'afa opprimente, in seguito mi ero ripromessa di riaggiornare il blog ma tra le varie cose rimandavo sempre..però adesso sono di nuovo qui più carica di prima.
    Spulciando tra le ricette mi sono accorta che ancora non avevo postato nemmeno una crostata, un classico della pasticceria. Tutti i libri di ricette suggeriscono quasi sempre le stesse dosi, su 300 gr di farina si aggiungono 150 gr di zucchero e 150 di burro, in genere si mantengono le proporzioni 300 gr(farina) + [150gr (zucchero) + 150 gr (burro)]=300 per una crostata classica. Ma se desideriamo una crostata più croccante o più friabile, allora dobbiamo giocare con le dosi di zucchero e burro, mantenendo sempre la proporzione per arrivare ad un peso complessivo tra i due ingredienti di 300 gr. Per intenderci, se desideriamo una crostata più croccante aumenteremo la dose di zucchero diminuendo quella di burro (es. 170 zucchero +  130 burro), invece per una crostata più friabile aumenteremo la dose di burro (es. 180 burro +  120 zucchero).
    Nella ricetta che tra poco mi appresterò a presentarvi ho giocato un pò con le dosi delle farine e, come già detto, con le proporzioni burro/zucchero per un risultato di una crostata molto friabile ma consistente, è molto simile alla consistenza delle famose crostatine della M.B.
    P.s. I melograni che vedete in foto sono parte dell'abbondante raccolto del mio albero. Avevo appoggiato sul tavolo la crostata per fotografarla ed avevo notato che ci stavano bene vicini quindi....fotografati anche loro! Anzi, avete idee come utilizzarli per qualche dolce?


    domenica 10 luglio 2011

    Cannoli siciliani

    Dolcigolosità- Cannoli siciliani
    Cannoli siciliani
    Dopo circa venti giorni torno ad aggiornare il blog! Tranquilli non l'ho abbandonato, ma tra il caldo che mi toglie la voglia di stare dietro i fornelli, le calorie che si cercano di limitare...ne va di mezzo il mio caro blogguccio. Penso che mi prenderò una pausa estiva, ma tra una sudata e l'altra qualcosina la posterò ugualmente.
    Ma veniamo alla ricetta di oggi, preparata in vista della 4'sfida naso da tartufo's kitchen che prevede di suddividerci, tra le compagne di squadra, le 8 sfide a tema. Io ho scelto questa:

    SFIDA SHITZU

    Realizzare un dolce "di emergenza" senza usare FORNO FRIGORIFERO FREEZER MICROONDE e avendo a disposizione solo un fornello con padellina e pentolino e considerando un clima estivo! Il frigorifero può essere usato per conservare il cibo se non viene consumato, non per esempio per far "rassodare" una mousse. In questo caso verrà giudicata la foto finale e la ricetta.

    Quale miglior ricetta dei cannoli siciliani? A parte che io ne vado ghiotta e ne mangerei a quintalate, è un dolce semplicissimo e di grande riuscita.
    Personalmente uso una mia ricetta già collaudata da anni recuperata da un pasticcere reggino che ha lavorato in sicilia, ma girovagando nel web ho letto di ricette che prevedono l'aceto, l'uovo per far venire fuori le bollicine alla ''scorcia' '(nome dialettale del cannolo vuoto) ma io non uso niente di tutto ciò e il cannolo mi riesce con le bollicine e bello croccante, il segreto è solo uno, stendere l'impasto in una sfoglia finissima...solo questo! Eccoli qua i miei cannoli appena fritti

    lunedì 20 giugno 2011

    Pirottini fatti in casa

    Dolcigolosità- pirottini fatti in casa
    Pirottini fatti in casa


    Spero di fare cosa gradita facendovi vedere come realizzare i pirottini di carta "fai da te". Voi direte, ma non facevi prima a comprarli? Ovvio, peccato che mi sono girata tutti negozi del mio paese e non ne ho trovati, che sfiga! La sera dovevo fare i cupcake e non avevo tempo per andare nel paese vicino, allora ho raccolto il suggerimento di mio padre e me li sono fatti da me.
    Posso dire che ne sono rimasta soddisfatta, il loro compito lo hanno svolto egregiamente, ora vi spiego come procedere.

    Occorrente:
    -carta da forno
    -forbici
    -forbici per il zig zag

    Prima di tutto tagliate una striscia di carta da forno di 10 cm

    venerdì 17 giugno 2011

    Cupcake allo yogurt

    Dolcigolosità- cupcake allo yogurt
    Cupcake allo yogurt

    Finalmente cupcake anche per me! Era ormai un sacco di tempo che volevo cimentarmi nell'impresa, a dirla tutta avevo un pò paura di combinare un pasticcio, ma la voglia di realizzare questi stupendi dolcetti era più forte di me. Devo dire che avvicinandomi a questo mondo sono rimasta un pò spiazzata, cupcake..muffin, quali faccio e che differenze ci sono? Dopo aver spulciato pagine e pagine di web, ho capito che era un dubbio che non attanagliava solo me... ma anche dove sono di casa, America e Inghilterra, ci sono dibattiti aperti per stabilire la differenza tra i due. Conclusione? Ho capito che i muffin vengono preparati per la colazione, quindi sono più grandi e non vengono decorati, la loro consistenza assomiglia più ad un pane (questa non l'ho capita). Invece i cupcake sono dei veri e propri dolci decorati e vengono consumati durante le ricorrenze, delle piccole torte e possono essere realizzati con qualsiasi impasto di pan di spagna.
    Altra differenza, i muffin non vanno lavorati molto e c'è la separazione degli ingredienti secchi con quelli umidi.
    Capita più o meno la differenza, mi sono messa a studiare la ricetta dei cupcake, non avendoli mai mangiati prima non sapevo a cosa stavo andando incontro. Ho studiato una ricetta con lo yogurt, sapendo che esso dà un sapore più deciso agli impasti, ho pensato che avrebbe dato al dolce un profumo più accentuato. Infatti il risultato mi è piaciuto moltissimo, i cupcake che ho sfornato sono dei piccoletti morbidi morbidi(grazie anche all'aggiunta della farina di riso) e profumati. Li ho decorati con una glassa al cioccolato bianco (con aggiunta di colorante giallo e una punta di colorante rosso) , visto che avevo un pò di panna da consumare, strasoddisfatta! Questa glassa solidifica a temperature basse, quindi vi consiglio di conservarli in frigo fino alla consumazione.

    martedì 14 giugno 2011

    Frollini alla panna

    Dolcigolosità- frollini alla panna
    Frollini alla panna



    Ricette di biscotti ce ne sono a migliaia sparse nella rete e sui libri, ma vorrei comunque presentarvi la mia ricetta, quella che utilizziamo ormai da anni in casa. Sono biscotti friabilissimi, gustosi grazie all'aggiunta della panna e facilissimi da realizzare. Io vi invito a provarli, perché sono davvero ottimi e fanno gola davvero a tutti, dai piccoli ai grandi, infatti ne prepariamo sempre un pò di più per regalarli ai parenti che ne richiedono sempre una porzioncina. Oltre a dirvi che questa pasta ha una consistenza bellissima, è molto versatile..potete utilizzarla anche per fare i cestini mignon da riempire con crema oppure per le crostate. Per le forme io mi invento l'impossibile, anzi...se vi dico come ho realizzato la decorazione mi direste che sono pazza! Purtroppo devo ancora attrezzarmi, ci credete se vi dico che ho solamente un taglia pasta rotondo e per il resto utilizzo oggetti trovati in casa? Se siete curiose vi posterò l'oggetto misterioso con cui ho realizzato la decorazione di questi biscotti...meno male che riesco ad inventarmene sempre una, altrimenti farei sempre dei semplici biscotti rotondi! Dopo questa piccola nota introduttiva passiamo alla ricetta vera e propria:

    Ingredienti:
    -520 gr farina 00 (io ''Molino Chiavazza'')
    -50 gr amido mais (io ''Amizea Molino Chiavazza''
    -100 gr panna liquida
    -170 gr zucchero
    -100 gr burro
    -100 gr margarina
    -1 uovo
    -1 bustina lievito per dolci
    -1 bustina aroma vaniglia
    -1 pizzico sale

    Mettete a fondere il burro e la margarina a bagnomaria.
    Versate la farina sulla spianatoia, fate una fontanella e aggiungete gli ingredienti. Amalgamate bene la pasta ma non lavoratela troppo, dopodiché formate una palla e lasciatela riposare in frigo almeno mezz'ora. Passato il tempo necessario accendete il forno a 180'C, stendete poco alla volta la pasta e date la forma ai vostri biscotti. Disponete i biscotti sulla teglia, non c'è bisogno né d'imburrare né d'infarinare e infornate per circa 10/15 minuti.
    Buona colazione a tutti!


    venerdì 10 giugno 2011

    Zuccotto salato: La metamorfosi

    Dolcigolosità- zuccotto salato
    Zuccotto salato


    Ed eccoci pronti e vispi al terzo appuntamento del realityblog naso da tartufo's kitchen. Vi aggiorno un pò la situazione, la mia squadra, Squadra Montersino, è arrivata seconda nella prima sfida, prima nella seconda sfida.
    Perciò altro giro altra sfida sperando di superarci! Dovete sapere che le nostre amiche Benedetta e Martina, prima della sfida, ci hanno chiesto..insospettandoci non poco...quale fosse il nostro cavallo di battaglia! Non sapevamo cosa avessero in mente, ma un brivido freddo, ve lo devo dire, è lentamente corso sulla mia schiena! Ho incrociato le dita, recitato una preghiera banfiana: Occhio malocchio prezzemolo e finocchio...speriamo che a 'sta sfida non mi sputino in un occhio! Ammmmmm; ed ho comunicato il mio piatto..lo zuccotto, ovviamente dolce lo potrete trovare QUI . Dopo un paio di giorni abbiamo scoperto il motivo di questo sondaggio, la nostra terza prova è quella di preparare il nostro cavallo di battaglia trasformandolo dal dolce al salato e viceversa..fiùùù ho tirato un sospiro di sollievo, mi è andata di **** ops...di fortuna!
    Ho pensato quale fosse l'opzione più carina, potevo fare uno zuccotto di pasta..ma non mi entusiasmava; uno di ortaggi..ma non ero convinta, così ho optato per uno zuccotto che è a tutti gli effetti uno tramezzino! Pan carrè, basilico del mio orto, lattuga, pomodorini, prosciutto cotto, un pò di mayonese, salsa al curry quache oliva ed un pizzico di fantasia che non guasta mai. Non avevo un'idea precisa su come dovesse venire, ma il basilico già sapevo che doveva incoronare il piatto, il re dell'estate..il tramezzino versione chic!
    Il risultato mi è piaciuto molto perchè non porta via troppo tempo, l'ho preparato comodamente di sera e si può consumare il giorno dopo, avendo così un  pasto fresco e veloce ma d'effetto! Potrete anche mentire spudoratamente ai vostri compagni, spacciando il piatto come elaborato...volete mettere le reazioni di un uomo davanti a due fette di pan carrè a confronto ad un piatto presentato così???? Speriamo che il mio ragazzo non legga...oppure si renderà conto di quanto sono strega! Ahahah! Ok passiamo alla semplicissima realizzazione del piatto:

    giovedì 9 giugno 2011

    Brioche fritte

    Dolcigolosità- brioche fritte
    Brioche fritte

    In casa mia, quando inizia il caldo, il forno è il diavolo e mio padre l'acqua santa! Quindi, per ovviare questo problema tecnico, cerco di realizzare dei dolci che possano essere cotti con metodi alternativi rendendo questi appuntamenti meno "epocali". Oggi vi presenterò delle brioche fritte, possono essere cotte benissimo in forno, appena non avrò il boss tra i piedi sperimenterò.
    Vi dirò che sono buonissime appena cotte oppure consumate in giornata, il giorno dopo perdono un pò, ma possono essere riprese se messe in forno appena il tempo per riscaldarle.
    La frittura può sembrare l'opzione più semplice, ma non è così! Infatti è importante far raggiungere l'olio ad una temperatura ottimale, né troppo caldo né troppo tiepido, vi consiglio di friggere la prima brioche utilizzando il coperchio sulla pentola, mantenendo il gas in un fornello medio a fiamma non troppo alta. Il rischio è di bruciarle fuori e lasciarle un pò crude dentro, ma se ci sono riuscita io...

    Ingredienti per circa 15 brioche medio/grandi:
    -80 gr zucchero
    -50 gr burro
    -4 uova medi
    -150 ml acqua circa
    -12 gr lievito birra
    -grattugiata di limone e arancia
    -1 pizzico sale
    -1 bustina vaniglia

    Inoltre:
    -crema alla nocciola per il ripieno
    - olio per friggere (arachidi-oliva)
    -zucchero a velo

    Impastate tutti gli ingredienti, tranne il burro fuso freddo, con metà dell'acqua dove ci abbiamo sciolto il lievito finché non formate un impasto omogeneo. I 150 ml d'acqua sono indicativi, dipende dal grado d'assorbimento della farina, fermatevi quando noterete che sarà abbastanza morbida. Sempre impastando unite il burro e se ve n'è bisogno versare qualche altra manciata di farina.
    Mettete l'impasto in una terrina, coprite con un cannovaccio umido e mettere nella parte bassa del frigorifero per 48 ore.
    Trascorse le 48 ore ecco come si presenterà l'impasto lievitato

    Staccate dei pezzi di pasta, allargatele con le mani formando dei rettangoli e inserite nel centro un cucchiaino di crema, richiudete e disponetele su una placca forno, spennellate con olio e fate lievitare per almeno un'ora.
    Dopodiché friggere in abbondante olio, riponeteli su carta forno e spolverate con zucchero a velo.

    lunedì 6 giugno 2011

    Torta compleanno mascarpone cioccolato e crema

    Dolcigolosità-mascarpone cioccolato e crema
    Torta compleanno mascarpone cioccolato e crema




    Pochi giorni fà è stato il compleanno del mio papà. Da un pò di anni dice di compiere 65 anni, ma si è scordato l'anno in cui l'ha compiuti...eh la vecchiaia!
    D'obbligo una torta, questa volta un pan di spagna al cioccolato farcito con crema pasticcera e scaglie di cioccolato; decorazioni con crema mascarpone, panna montata e pistacchi ricoperti al cioccolato bianco di Mirco della Vecchia e cioccolato sempre Mirco della Vecchia. Ma passiamo alla ricetta e ancora...
    Tanti Auguri papà!

    Ingredienti per uno stampo da 18 24 cm:
    Per il pan di spagna
    -100 gr farina
    -75 gr margarina
    -3 uova
    -150 gr zucchero
    -100 gr cioccolato fondente ''Mirco Della Vecchia''
    -1 bustina lievito
    -1 pizzico sale

    Crema pasticcera:
    -400 ml latte
    -4 cucchiai zucchero
    -3 cucchiai amido mais
    -2 tuorli
    -1 pizzico sale
    -aroma vaniglia
    -scorza limone

    Crema mascarpone:
    -250 gr mascarpone
    -1 cucchiaio zucchero
    -8 gr cacao
    -liquore alchermes

    Inoltre
    -100 ml panna da montare
    -50 gr cioccolato fondente ''Mirco Della Vecchia'' da aggiungere alla crema pasticcera
    -100 gr cioccolato fondente ''Mirco Della Vecchia'' per decorazione laterale
    -cioccolatini per la decorazione ''Mirco Della Vecchia''

    Pan di spagna:
    Fate sciogliere il burro a bagnomaria e fate raffreddare.
    Sciogliete il cioccolato a bagnomaria e fate raffreddare.
    Unire i tuorli con 3/4 dello zucchero e montare finché il composto non "scrive". Montare gli albumi a neve col pizzico di sale, a metà unire il resto dello zucchero. Setacciate la farina col lievito, unite tuorli e albumi e unitevi la farina piano piano. Una volta incorporata unite il burro e il cioccolato. Inburrate e infarinate la teglia, versare il composto e infornare a 150'C per 35/40 minuti.

    Crema pasticcera:
    Mettete il latte sul fuoco con la scorza di limone e l'aroma di vaniglia.
    Unite lo zucchero con l'amido e il pizzico di sale, versateci dentro i tuorli e amalgamate fino a formare una cremina. Dopo che il latte sarà riscaldato filtratelo e unitelo al composto, mettete sul fuoco e mescolare finché non si sarà formata la crema.

    Crema mascarpone:
    Unire gli ingredienti ed amalgamare bene.

    Montare la panna.
    Dividiamo il pan di spagna in due, bagnamo i dischi con bagna al marsala e liquore all'arancia. Versare sul primo disco la crema pasticcera e i 50 gr di cioccolato tagliati a scaglie. Riporre l'altro disco e spalmate un velo di crema mascarpone sui bordi, adagiare i 100 gr di cioccolato fondente tagliato a scaglie. Mettere il resto della crema al mascarpone in sac a poche e fate un giro di ciuffi intorno alla torta e poi delle righe perpendicolari lasciando uno spazio tra di esse. Riempite questi spazi con la panna montata servendovi di un'altra sac a poche, adagiate le palline di cioccolato bianco e se volete spruzzate con del cacao. Et voilà...



    Con questa ricetta partecipo al Contest di Vaniglia e cannella






    Con questa ricetta partecipo al blogcandy di ''Arte in cucina''


    Areagratis host

    giovedì 2 giugno 2011

    Salsa caramello

    Dolcigolosità-salsa caramello
    Salsa caramello


    Altra panna da consumare, cosa fare? Si ok, potevo inventarmi qualche altro cioccolatino, ma visto che oggi ho preparato una torta e nei prossimi giorni dovrò preparare altro, ho pensato alla salsa al caramello che si può conservare benissimo in frigo. È ottima da sola, si può usare come base per altre ricette ed è un'accoppiata vincente con le fragole...provate e poi mi direte!

    Ingredienti:
    -160 gr zucchero
    -2 cucchiai acqua
    - 100 ml panna fresca

    Preparate prima di tutto il caramello, versando lo zucchero e l'acqua in un pentolino. Fate andare a fuoco alto, mescolando sempre con cucchiaio di legno finché lo zucchero non inizierà a cristallizzarsi. A questo punto abbassate il fuoco e in un altro pentolino riscaldate la panna. Sempre mescolando, appena si sarà formato il caramello togliete il pentolino dal fuoco e versatevi la panna bollente e portate sul fuoco ancora per un minuto circa. Fate raffreddare e versate nel barattolo, si conserva molto bene nel frigo.





    na

    lunedì 30 maggio 2011

    Cioccolatini al rhum

    Dolcigolosità-cioccolatini al rhum
    Cioccolatini al rhum


    Ricordate il mio precedente post, dove esprimevo la mia gioia per l'arrivo dei prodotti Mirco della vecchia?
    Confesso...non ho resistito e, sabato sera, ho preparato dei cioccolatini. Nel frigo avevo un pò di panna liquida che dovevo smaltire, 4 savoiardi che stavano lì, ormai, da settimane. E poi, 3/4 biscottini superstiti e dei cereali; ho unito il tutto, accompagnado con dell'aroma al rhum e non vi dico che bontà ne sono uscite fuori,  hanno un vago sapore dei baci, anche se questi sono realizzati senza nocciole, ma se li sostituirete...avrete qualcosa di molto simile. Preciso che non era mia intenzione riprodurre nessun tipo di cioccolatino!


    Ingredienti per 30 cioccolatini:
    • 100 ml panna già zuccherata
    • 4 savoiardi
    • 3 biscotti (qualunque tipo)
    • riso soffiato Q.b.
    • cacao amaro Q.b
    • ciccolato fondente Mirco della vecchia
    • aroma rhum
    Mettete la panna in un pentolino e fate scaldare, una volta caldo versarlo in  una terrina. Versateci dentro i biscotti sbriciolati, il cacao amaro e 5 manciate di riso soffiato e l'aroma. Amalgamate il composto, dovrà risultare pastoso,aggiungete cacao finchè il composto non risulta scuro e aggiungete riso finchè non vi sembra abbastanza omogeneo con gli altri ingredienti. Fate riposare in frigo per alcune ore, dopodiché prelevate un pò di composto con un cucchiaino e fate delle palline aiutandovi con le mani, riponetele su della carta forno. Fate sciogliere il cioccolato a bagnomaria, temperatelo, e immergere le palline, una alla volta, dentro il cioccolato e riponetele su carta forno. Buttateci  sopra il cioccolato rimasto e fate raffreddare. Una volta freddi rifilateli e servire.
    Con questa ricetta partecipo al Contest di ''Vaniglia e cannella''
    Areagratis host

    venerdì 27 maggio 2011

    Mirco della Vecchia: collaborazione



     E' con vera gioia che oggi vi presento la mia nuova collaborazione. Ieri il mio campanello è suonato e....alla vista del pacco ho capito tutto...era lui!!!!!! Lo aspettavo con trepidazione, non sò se ve ne siete resi conto guardando il mio blog, ma...io..ADORO il cioccolato, e lui Mirco della vecchia è il re del cioccolato. Lo plasma sotto le sue mani e ne fa uscire delle vere e proprie opere d'architettura. Quindi..essendo un'adoratrice del cioccolato, studiando architettura...posso non adorare quest'uomo???






    A sto punto non vi stupirete, vero, se vi dicessi che quest'uomo è un recordman???

    Volevo segnalarvi il suo SITO , dove troverete di tutto. Dalla realizzazione di
    prodotti al cioccolato indicati per l'utilizzo come gadget personalizzati promozionali per aziende o enti pubblici, personalizzati nell’incarto, oppure con il marchio della ditta impresso nel cioccolato. Clicca
    Dai prodotti al cioccolato, dalle classiche tavolette, disponibili in vari formati, alle praline, dalle creme al cioccolato ai biscotti Clicca
    Dai prodotti biologici e senza zucchero Clicca
    Corsi e stage sul cioccolato
    E anche un bellissimo progetto di franchising, rivolto a tutti gli appassionati di cioccolato che vogliono aprire un'attività commerciale di successo Clicca

    Vi consiglio caldamente di provare i suoi prodotti, sono unici..la prossima ricettà sarà col cioccolato Mirco della vecchia.

    mercoledì 25 maggio 2011

    Dolcetti pausa caffè/the

    Dolcigolosità-dolcetti pausa caffè/the
    Dolcetti pausa caffè/the

    Quello che andrò a presentarvi oggi è il frutto di un esperimento. Mancavano i biscotti, ma mancava anche il burro, perciò ho deciso di sperimentare una ricetta nata sotto le mie mani, ad occhio.
    Il risultato sono dei dolcetti adatti per la pausa caffè o the, buoni sia da consumare così, oppure farciti con nutella, marmellatta o crema stile ringo.
    Sono dei dolcetti morbidi, che prendono il gusto del cacao e dell'aroma aggiunta all'impasto bianco. Voi vedete dei dolcetti marmorizzati perché ad un certo punto ho preso un pezzo d'impasto bianco, un pezzo di quello al cacao e l'ho impastati insieme per qualche secondo, poi ho steso l'impasto e tagliato le forme.
    Nella preparazione ho usato la farina e lievito del Molino Chiavazza, quindi voi dovrete aggiungere 1 bustina di lievito se non utilizzerete questa farina..



    Ingredienti per circa 600 gr:
    inoltre
    • 30 gr di cacao amaro
    Versare la farina sulla spianatoia, fare la fontanella e versare tutti gli ingredienti tranne l'aroma. Impastare fin quando avrete un composto omogeneo, dividere la pasta in due ed unire a metà il cacao e all'altra metà l'aroma.
    Accendere il forno a 170'C, intanto stendete la pasta di circa 2 mm e date la forma ai dolcetti. Infornare fino alla doratura, circa 10 minuti.




    lunedì 23 maggio 2011

    Frittata Bart Simpson al giardino ( Le mille forme della primavera)


    Eccoci arrivati alla seconda sfida del reality-blog ''Naso da tartufo's kitchen''.
    La sfida consiste nel preparare un un piatto che utilizzi almeno 2 alimenti tra: pasta verdure (leggete sotto per la lista) carne pesce che sia adatto ad una famiglia perché gradito nel gusto ma soprattutto nell'aspetto a dei bambini..
    All'inizio ero un pò in panico, perché non mi dedico spesso alla preparazione di piatti normali, il mio blog è sui dolci e, specialmente, non ho figli. Però poi, pensandoci, ho immaginato...se fossi bambina, cosa preferirei mangiare? Di certo non piatti elaborati, non un piatto che sgrondi roba, di sicuro qualcosa di semplice nel gusto e scenico all'occhio. Sulla semplicità credo d'averci riuscito, sulla scenicità aspettiamo il responso dei mini giudici :)

    Ingredienti per un piatto:
    -1 uovo
    -3 fette di prosciutto cotto
    -2 fettine di sottilette ''Inalpi ''
    -5 foglie lattuga
    -erba cipollina

    Il piatto è di una semplicità unica. Si fa una semplice frittata, sbattete l'uovo in un piatto con un pizzico di sale, lo buttate in una padella con un filo d'olio evo. Una volta pronta la frittata riponetela su un piatto, giratela a 2 e tagliate i capelli di bart, tante punte una vicina all'altra...aggiustate i profili del volto e mettete da parte i resti. Aprite la frittata e farcitela per metà con l'insalata il prosciutto e la sottiletta. Mettete 20 secondi al micro per far sciogliere il formaggio, intanto dall'altra fetta ricavate gli occhi con un tappo di bottiglia. Prendete i resti della frittata e sceglietene 2 più lineari per fare le orecchie, sistemate gli occhi e adagiate l'erba cipollina fino a formare naso e bocca. Mettete i resti in una foglia di lattuga, creando delle piccole rose e il papillon col prosciutto.



    Dentro






    Di seguito le foto senza firma per i giudici












    Con questa ricetta partecipo alla seconda sfida di Naso da tartufo





    Le mie compagne:
    Greta con 
    Deborah con
    Anastasia  con 
    Francy con
    Chiara  con 



    Una piccola nota, ricordate Cry e la sua disavventura col blog? Bene ha deciso di cambiare nome, ora la troverete qui ''Solo un velo di farina''
    Per avere gli aggiornamenti del suo nuovo blog dovrete cancellarvi e ridiventare follower, mi raccomando :)

    domenica 22 maggio 2011

    Tronchetto al kiwi




    Questo è il mio primo tronchetto, a dire la verità mi ha sempre spaventata il cappottaggio dell'interno, avevo paura di creare uno spatascio irrecuperabile, ma alla fine non è andata poi così male...dovevo solo avere meno paura e stringere un pò di più il rotolo, ma per essere la prima volta...dai sù...non siamo pignoli :D
    Il rotolo è stato farcito e coperto dalla crema al mascarpone (panna montata più mascarpone) e con l'aggiunta del kiwi..ma andiamo nel dettaglio.

    Ingredienti per 8 persone:

    Per il biscuit:
    Per la crema
    • 250 gr mascarpone
    • 200 ml panna montata
    • 100 gr zucchero
    • mezza tazzina di liquore
    Inoltre
    • 4 kiwi medi
    • 2 cucchiai zucchero
    • mezzo limone

    Per il biscuit:
    dividete i tuorli dagli albumi e montate i primi con lo zucchero e l'aroma finchè non arriavno al punto che scrivono. Lavate le fruste e in un'altra terrina montate gli albumi col pizzico di sale. Unite i due composti con delicatezza stando attenti a non smontarli ed aggiungete piano piano la farina. Stendete in una placca da forno foderata con carta forno bagnata e strizzata, infornare per 15 minuti a 180 gradi.
    Dopo averlo sfornato capovolgetelo in un cannovaccio inumidito e rotolatelo su di esso, lasciate raffreddare.

    Sbucciate 2 kiwi e tagliateli a dadini, metteli in una terrina con lo zucchero e il succo di mezzo limone

    Per la crema:
    Intanto montate panna e a parte amalgamate lo zucchero al mascarpone. Unite i due composti e aggiungetevi un pò di liquore(io ho usato il limoncello).
    Srotolate il biscuit, bagnatelo con un pò di liquore rimasto e stendetevi la crema lasciando, alle estremità più corte, un cm di spazio. Disponete il kiwi e poi rotolate stando molto attente.
    Bagnate la sommità del rotolo col succo del kiwi, prendete la crema rimanente, riempite una sac a poche e decorate il tronchetto a piacere inserendo anche il kiwi rimasto. Conservare in frigo fino alla consumazione.




    sabato 14 maggio 2011

    Ciambellone pera banana e cioccolato

    Dolcigolosità-ciambellone pera banana cioccolato
    Ciambellone pera banana e cioccolato



    Eccomi di ritorno dal seggio, approfitto a postare adesso perchè fino a martedì la vedo dura!
    Oggi vorrei postarvi la ricetta del mio ciambellone, che di solito lo preparo per la colazione oppure come merenda. Stamattina mi sono divertita a fare le foto, infatti l'ho preparato ieri sera e stamattina l'ho guarnito; alle ore 7:30 era sul tavolo della veranda bello in posa per farsi fotografare e...con la luce del mattino tutto sembra più bello!
     La mia idea era ricoprirlo totalmente con una glassa di cioccolato, ma... credo che ultimamente sto un pò esagerando con queste glasse, quindi per evitare casi di diabete improvvisi in casa, ho preferito limitarmi, dopotutto è per la colazione! Ma se voi lo preferite potete glassarlo con 100 gr cioccolato sciolto a bagnomaria e poi aggiungervi 100 ml di panna liquida.
    Pera e banana poi sono 2 frutti che adoro, credo stiano divinamente assieme..poi assieme al cioccolato sono il massimo! Io li aggiunti alla fine, per averli come base, cioè copertura cioccolato sopra, ciambellone e strato di frutta alla fine, ma voi potete aggiungerli direttamente all'impasto oppure mentre versate il composto nella forma. Per il mio impasto ho usato la farina Molino chiavazza ''farina e lievito'', quindi non ho dovuto utilizzare agenti lievitanti, in mancanza dovete aggiungere 1 bustina di lievito.

    Ingredenti per uno stampo da 26 cm:
    • 300 gr di farina e lievito Molino Chiavazza
    • 200 gr zucchero
    • 3 uova
    • 125 ml olio di semi
    • 100 ml latte (o yogurt)
    •  pizzico sale
    • 1 bustina vanillina
    • 2 banane
    • 2 pere
    • 1 limone
    Inoltre
    • 100 gr cioccolato fondente
     Sbucciate le banane, tagliatele a pezzetti, irrorate con succo di limone e schiacciatele con una forchetta. Tagliate le pere a pezzettini e aggiungetele alle banane schiacciate.
    Separate i tuorli dagli albumi, montate i primi con lo zucchero e 2 cucchiai d'acqua calda. Aggiungete l'olio e il latte amalgamando bene.
    Montare gli albumi con un pizzico di sale (se usate il lievito aggiungetelo a metà dell'operazione). Unite i due composti cercando di smontarli e incorporate piano piano la farina.
    Imburrate lo stampo e versateci dentro del pangrattato al posto della farina, alla fine il ciambellone uscirà facilmente. versate il composto, poi le pere e le banane.
    Infornate in forno caldo a 170'C per 30 minuti e altri 15 a 150'C. Lasciate il ciambellone per un pò nel forno spento per far asciugare. Lasciatelo all'aria un paio di ora prima di capovolgerlo su un piatto da portata, poi potete sciogliere il cioccolato a bagnomaria e versarlolo sul ciambellone.
    Qui una foto del dentro


    Dopo che l'ho fatta vi metto pure questa




    Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...