domenica 10 luglio 2011

Cannoli siciliani

Dolcigolosità- Cannoli siciliani
Cannoli siciliani
Dopo circa venti giorni torno ad aggiornare il blog! Tranquilli non l'ho abbandonato, ma tra il caldo che mi toglie la voglia di stare dietro i fornelli, le calorie che si cercano di limitare...ne va di mezzo il mio caro blogguccio. Penso che mi prenderò una pausa estiva, ma tra una sudata e l'altra qualcosina la posterò ugualmente.
Ma veniamo alla ricetta di oggi, preparata in vista della 4'sfida naso da tartufo's kitchen che prevede di suddividerci, tra le compagne di squadra, le 8 sfide a tema. Io ho scelto questa:

SFIDA SHITZU

Realizzare un dolce "di emergenza" senza usare FORNO FRIGORIFERO FREEZER MICROONDE e avendo a disposizione solo un fornello con padellina e pentolino e considerando un clima estivo! Il frigorifero può essere usato per conservare il cibo se non viene consumato, non per esempio per far "rassodare" una mousse. In questo caso verrà giudicata la foto finale e la ricetta.

Quale miglior ricetta dei cannoli siciliani? A parte che io ne vado ghiotta e ne mangerei a quintalate, è un dolce semplicissimo e di grande riuscita.
Personalmente uso una mia ricetta già collaudata da anni recuperata da un pasticcere reggino che ha lavorato in sicilia, ma girovagando nel web ho letto di ricette che prevedono l'aceto, l'uovo per far venire fuori le bollicine alla ''scorcia' '(nome dialettale del cannolo vuoto) ma io non uso niente di tutto ciò e il cannolo mi riesce con le bollicine e bello croccante, il segreto è solo uno, stendere l'impasto in una sfoglia finissima...solo questo! Eccoli qua i miei cannoli appena fritti



Con la ricetta che a breve vi posterò ne produco circa 60 pezzi, lunghi circa 10 cm. Per le canne io uso dei pezzi di tubo tagliati, ma si possono usare anche le canne di bambù tagliate a misura, forse sono migliori così non si rischia l'ustione quando si sfilano, ma non posso garantirvi nulla perchè non li ho mai usati.
Specifico che non li ho consumati subito, quindi la ricetta per il ripieno è indicativo per 20 cannoli circa, potete conservare tranquillamente i cannoli vuoti in un cantenitore di vetro con chiusura sottovuoto oppure in un grande barattolo di vetro con tappo a vite.

Ingredienti per circa 60 pz:
-400 gr di farina 00
-40 gr zucchero ( io uso quello di canna)
-35 gr burro (o strutto)
-1 bicchiere e mezzo di marsala
-1 pizzico di sale
-olio di semi (per la frittura)

Per il ripieno  (circa 20 cannoli)
-400 gr ricotta di pecora fresca
-180 gr di zucchero
-una puntina di cucchiaino di vanillina

Per i cannoli:
Ammorbidite il burro, fate la fontana con la farina, versateci ora il burro, lo zucchero, il pizzico di sale e iniziate ad impastare incorporando il marsala poco alla volta. Non bisogna incorporare il vino tutto insieme ma piano piano, finchè l'impasto non è bello morbido ma non deve risultare appiccicoso, la quantità del vino è indicativa e dipende sia dalle temperature che dalle farine il grado d'assorbimento di esso. Formate una palla e lasciatela riposare per almeno mezz'ora avvolta in un telo, possibilmente lontano da fonti di calore (non al freddo). Passato il tempo necessario riprendete la palla e date un'altra impastata, non bisogna lavorarlo molto, e rimettete a riposare la palla per altri 15 minuti. Stendete la pasta fine, se non riuscite non importa, potremo recuperare dopo, tagliate la sfoglia con un bicchiere da cucina. Con le rimanenze potete reimpastare e stendere di nuovo.
Versate in un pentolino abbondante olio di semi.
Prendete i dischetti e col mattarello ripassatelo sopra, rendete la pasta molto fine cercando di formare un ovale con delle ali laterali (che andremo a chiudere). Bagnate le alette con l'uovo sbattuto ( ma si può usare anche solo l'albume oppure l'acqua) posizionate il tubo al centro e chiudete. Non fateli aderire troppo al tubo altrimenti dopo avrete dei problemi a sfilarli, lasciateli molto larghi..non succede nulla! Friggeteli finchè non diventano dorati e scolarli su carta forno.

Per la crema:
Se la vostra ricotta risulta troppo umida, fatela scolare in un scolapasta per eliminare il liquido in eccesso, volendo potete addizionare la ricotta con un cucchiaio di amido di mais.
Versate la ricotta in un a terrina capiente, rompetela con un cucchiaio di legno, versateci dentro lo zucchero e la vanillina (l'ideale sarebbe lo zucchero vanigliato) e col mixer ad immersione frullate il tutto, uso il mixer per rendere la crema liscia senza grumi. Riempite i cannoli con un sac a poche o con una siringa, decorate con ciliegie candite o arancie candite o con scaglie di cioccolato oppure col pistacchio.

Per chi non ama la ricotta si può usare una crema pasticcera bianca, io sostituisco i tuorli con gli albumi e la crema riesce buonissima e bianca!










Con questa ricetta partecipo alla 4' sfida Naso da tartufo's kitchen 

Squadra Montersino  

Le mie stupende compagne:

16 commenti:

  1. I cannoli siciliani sono i miei dolci preferiti, quindi per quanto mi riguarda 10 !!
    ciao loredana

    RispondiElimina
  2. Quanto mi piace l'idea della crema bianca!!!! e quanto sono buoni i cannoli! bravaaa

    RispondiElimina
  3. Bravissima...che super golosità...ciao.

    RispondiElimina
  4. io sapevo che prima o poi mi sarei trovata davanti queste prlibatezze a cui non riesco a resistere. Complimenti, ti sono venuti davvero bene. Baciotti e buon lunedì

    RispondiElimina
  5. i cannoli siciliani li metterei tra i dolci più buoni al mondo! :P
    i tuoi hanno un aspetto goloso e ottimo! brava!

    RispondiElimina
  6. Li adoro! Sono bellissimi e buonissimi, si vede!

    RispondiElimina
  7. Ottima scelta!! buonissimi i cannoli!

    RispondiElimina
  8. Che carino il tuo blog :)!..
    Passa da me se ti va...

    www.camillassecrets.com

    Un bacione<3

    RispondiElimina
  9. Grazie a tutti per i complimenti, sono contenta che vi piacciano :)
    Se li provate a fare fatemi sapere la riuscita. Comunque volevo dirvi che, dopo più di 15 giorni dalla realizzazione delle "scorze", conservati in un contenitore di vetro chiuso, sono croccanti e saporiti come il primo giorno. Quindi, posso confermarvi che si conservano, fino alla prova di oggi, per più di 15 gg e reggono una meraviglia! te a fare fatemi sapere la riuscita. Comunque volevo dirvi che, dopo più di 15 giorni dalla realizzazione delle "scorze", conservati in un contenitore di vetro chiuso, sono croccanti e saporiti come il primo giorno. Quindi, posso confermarvi che si conservano, fino alla prova di oggi, per più di 15 gg e reggono una meraviglia!

    RispondiElimina
  10. Francy, ma che meraviglia mi son persa?! MIsericordia!!! Sono un incanto! Bravissima un mega abbraccione! ^______^

    RispondiElimina
  11. Ciao stellina, so che sei presissima ed occupata... anche io sono in un periodo di fuoco! Sono passata a lasciarti un abbraccio e un sorriso! Felice giornata! Ciao Fra! ^____^ Any

    RispondiElimina
  12. da buona sicula non posso che farti i complimenti...ti sono venuti perfetti...hai pure usato la ricotta di pecora fresca :-)
    bravissima
    da oggi hai una sostenitrice in più
    passa da me se ti va

    RispondiElimina
  13. bellissimi questi cannoli...ma nel tuo blog vedo anche tante altre cosine gustose!!
    complimenti!
    ciao

    =))
    Valeria

    RispondiElimina

Grazie d'essere passato/a dal mio blog!



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...