giovedì 28 aprile 2011

La mia prima vincita





Sono felicissima di comunicarvi che sono una tra le 13 vincitrici del contest ''Molino F.lli Chiavazza'' con la ricetta della mia ''Sguta dolce''




Contentissima perché la mia ricetta è stata scelta tra le tante pervenute, erano davvero parecchie.
Commossa per la motivazione:

93 – Sguta dolce di Francy: una ricetta dolce calabrese rivisitata con garbo in alcuni ingredienti per renderla più attuale nel gusto. Il fatto che l’ impasto sia risultato “ liscio ed omogeneo” denota che gli ingredienti e la lavorazione sono equilibrati. Anche la testimonianza sulla farina è appropriata: è stata studiata in modo che la stessa garantisca la formazione dell’ impasto senza grumi in modo che i liquidi vengano assorbiti gradualmente. Inoltre piace molto l’ impiego dello yogurt che dando una maggiore carica al processo fermentativo incrementa l’ odore e il sapore del prodotto finito.

Disorientata perché è la prima volta che vinco.

Vorrei ringraziare tutti, nel giro di poco più di un mese e mezzo dalla creazione del blog ho superato le mille visite e ora la vincita, sono piccole soddisfazioni che ti spingono a fare sempre meglio. Inoltre vorrei fare i complimenti alla Molino Chiavazza, che ha organizzato un bellissimo contest che ha riscosso un grande successo.
Mi preme fare i complimenti anche alle altre blogger che hanno partecipato all'iniziativa, ho letto delle ricette magnifiche che proverò di sicuro.
Per chi è interessato è possibile scaricare il PDF con tutte le ricette da qui: ''DOWNLOAD PDF''

Posso aggiungere che sono eccitata per il premio? Un bacione a tutti ^_^

mercoledì 27 aprile 2011

Pastiera napoletana

Dolcigolosità-pastiera napoletana
Pastiera napoletana


Arrivo un pò in ritardo, ma si sà...nei giorni di festa, tra i preparativi, pulizie extra non si riesce a postare tutto.
Per me queste feste sono state speciali, giorni che non dimenticherò mai, grazie al mio amore!
Oltre alla ''Sguta dolce'', per questa Pasqua ho preparato la classica Pastiera. È un dolce che non ha bisogno di presentazioni, reso più semplice nella sua realizzazione grazie al grano già pronto che comodamente compriamo al supermercato.
Per la pastiera abbiamo bisogno di 2 ingredienti fondamentali, un barattolo di grano e della pasta frolla, ma procediamo con la ricetta classica, presa da un vecchio ritaglio di giornale.
Ingredienti per 2 pastiere:
(una teglia da 26 cm e una più piccola da 22)

Per la frolla
-400 gr zucchero
-400 gr burro
-6 uova
-scorza grattugiata 2 limoni o arance
-2 bustine vanillina
Per il ripieno
-1 vaso di 560 g di grano cotto
-300 gr latte
-un cucchiaio di burro
-700 gr ricotta
-7 uova intere e 3 tuorli
-700 gr zucchero
-2 fiale di fiori d'arancio
-1 bustina vanillina
-scorza di un limone
Inoltre
-zucchero a velo


Prepariamo la pasta frolla.
Setacciate la farina sulla spianatoia, aggiungere gli ingredienti e fare l'impasto senza lavorare troppo. Distendete la frolla e rivestite la teglia, imburrata e infarinata, con la frolla.

Ora prepariamo il ripieno.
Versate il grano cotto in un tegame aggiungendo il latte, il burro e la scorza del limone. Fate bollire finché non diventa crema. Appena la crema si sarà raffreddata versatela in un contenitore più grande, aggiungete la ricotta, lo zucchero, le uova e i tuorli, la vanillina, i fiori d'arancio e i 300 gr di crema pasticcera. Amalgamare bene e poi sbattete il tutto con un mixer per rendere il composto liquido.
Ora possiamo comporre la pastiera.
Distribuite uniformemente il composto dentro le basi, decorate la pastiera con strisce di pasta rimaste. Infornate a 170/180'C finché la pastiera non diventerà bionda, ci vorrà all'incirca 1 ora, dipende dal forno. Aprite il forno appena la pastiera diventerà bionda e spegnete. Lasciate in forno per un'altra ora, con lo sportello appena socchiuso, affinché il dolce si asciughi. Appena prima di servire spolverate con zucchero a velo.

Ecco la mia pastiera pronta per essere tagliata









domenica 24 aprile 2011

Sguta dolce


Dolcigolosità-sguta dolce
Sguta dolce


Prima di tutto vorrei Augurare una buona e serena Pasqua a tutti. Credo che oggi mi leggeranno io mammeta e tu, però non potevo non postare la ricetta del dolce simbolo della Pasqua della mia zona.
Della sguta esiste sia la versione dolce che quella salata, che si differenzia dalla prima perché formata da pasta di pane. Caratteristico è l'uovo che viene gentilmente "incastonato", ma io lo preferisco senza.
Semplici le materie prime: farina, latte, zucchero, uova e olio evo,
caratteristico della mia zona grazie agli uliveti secolari che circondano tutta la piana.
Nella mia ricetta ho sostituito il latte con lo yogurt, che a mio parere rende la sguta più saporita e un pò più  morbida, e l'olio col burro.
In questa occasione, inoltre, ho potuto inaugurare il pacco che, gentilmente, la ditta Molino Chiavazza ha voluto omaggiarmi per la nostra collaborazione.
Ho usato la farina antigrumi e ne sono rimasta piacevolmente colpita.
Una consistenza quasi impalpabile, leggerissima, sembrava avessi borotalco sotto le mani e l'impasto è risultato subito liscio e omogeneo.
Per chi non l'avesse ancora provata, vi consiglio d'andare a comprarla subito, noterete la differenza con le altre farine già subito ad occhio.

Ingredienti per circa 25 biscotti medio grandi:
-1 Kg di farina (ho usato la Molino Chiavazza  )
-4 uova
-200 g di burro fuso (oppure olio)
-350 g di zucchero
-100 g di yogurt cremoso(o latte)
-2 limoni
-2 bustine di lievito
-2 bustine di vanillina
-1 bicchierino di liquore (io ho usato il mio limoncello)
-1 pizzico sale
Decorazione
- tuorlo
-Codette, diavolicchi

Setacciate la farina sulla spianatoia, io ho potuto saltare questa operazione grazie alla farina antigrumi Molino Chiavazza, fate la fontana e versate al centro gli ingredienti lasciando per ultimo il lievito. Lavorare l'impasto fino a renderlo omogeneo e di una consistenza liscia.
Date la forma ai biscotti e disponete su una placca con carta forno; spennellate con un tuorlo e decorate con codette e diavolicchi. Cuocere in forno preriscaldato a 180'C fino alla doratura, circa 20 minuti.

Ancora Tanti Auguri di una Serena Pasqua a tutti!





Con questa ricetta partecipo al contest di ''Molino F.lli Chiavazza''




martedì 19 aprile 2011

Bon bon cocco e cioccolato

Dolcigolosità-bon bon cocco cioccolato
Bon bon cocco e cioccolato



Capitano quei momenti in cui sei a casa e, preso da una strana voglia, ti avvii con passo sicuro verso la cucina e....apri la credenza, il cassetto delle posate, il sottolavabo, il portapane alla disperata ricerca (anche dove non potrebbe mai essere) di un qualcosa che possa placare questo senso di vuoto! Apri il frigorifero e rimani lì davanti con la luce che t'illumina il viso, hai stampata in faccia un'espressione mista a: che voglio, cosa mi mangio...ma non c'è un cavolo in questa casa?
Alla fin fine non è fame, non chiedi chissà cosa, vorresti un qualcosa per "farti" la bocca, un dolcetto, un qualcosa che allieti le tue papille gustative.
Ecco fatto...tempo fà, avendo in scadenza un barattolo di yogurt e quella famosa voglia di non so che...ho sperimentato qualcosa che poi è risultato un gioellino di cocco.
Si lo ammetto, all'inizio non sapevo cosa stavo facendo, ma alla fine sono stata strafelice del risultato, visto che è una ricetta che è nata sotto le mie mani!
Pochi gli ingredienti, yogurt cremoso, zucchero, cocco disitratato, qualche goccia di essenza di rhum, e poca farina (si può anche non mettere aggiungendo al suo posto il cocco).
Essendo una ricetta nata così, testé senza sapere cosa stavo facendo, tutto era ad occhio, ma volendola condividere con voi ho cercato di dosare gli ingredienti. Vi vorrei comunque precisare che l'importante è tenere il composto solido ma malleabile, potete regolarvi con le proporzioni yogurt/cocco, alla fine il risultato è sempre ottimo!

Ingredienti per 90 bon bon:
- 250 cocco disitratato
-7 cucchiai di yogurt cremoso bianco
-7 cucchiai di zucchero
- meno di mezza fialetta di aroma di rhum (oppure altra aroma)
-3 cucchiai farina
Inoltre
-50 gr di cioccolato fondente per la decorazione

Versate in una ciotola il cocco lo zucchero e la farina, mischiate e aggiungete lo yogurt. L'ultima cucchiaiata versatela solo dopo aver amalgamato il composto, solo se lo trovate troppo duro. Aggiungete l'aroma e girate bene, potete aiutarvi con le mani, anche perché, come detto, il composto non dovrà essere molliccio.







Prendete un foglio di carta forno, bagnatelo, strizzatelo ed adagiatelo sulla placca da forno.
Ora possiamo fare i bon bon prendendo dei pezzetti d'impasto e rigirandoli tra le mani come se facessimo delle piccole polpettine.
Disponeteli sulla placca e infornate a 170'C per 12 minuti circa. Controllateli durante la cottura, non devono diventare gialli.
Dopo averli sfornati sistemateli in un piatto uno vicino all'altro. Fate sciogliere 2/3 di cioccolato a pezzetti al microonde, girate bene col cucchiaino e poi aggiungete l'altro 1/3, continuate a girare finché non si scioglie. Mettete il cioccolato in un cono di carta e fatelo cadere sui bon bon. Una volta asciugato potete conservarli a lungo in un contenitore ermetico. Di preciso non sò quanto possano stare, ma fino a 2 settimane ve lo assicuro, oltre non posso diverlo perché sono sempre finiti prima.



Con questa ricetta partecipo al Contest di Vicky (dolce) e Tina (salato) Two gust is megl che one
 

domenica 17 aprile 2011

Zuccotto di fragole e ananas

Dolcigolosità-zuccotto di fragole e ananas
Zuccotto di fragole e ananas




 
Lo zuccotto è un dolce al cucchiaio che si può fare sia con i savoiardi sia col pan di spagna, personalmente preferisco quest'ultimo.

In passato ne avevo già realizzato uno, ricoperto di cioccolato e spruzzi di panna, invece, per la nuova realizzazione, cercavo un'ispirazione diversa per la decorazione. Di certo sapevo che volevo utilizzare fragole e fette di ananas per la copertura, il ripieno invece ce l'avevo già in mente.
Sfogliando il mio libro di dolci ho trovato un suggerimento QUI
E memore di una foto di un vecchio giornale, che adesso non ritrovo (ho trovato sul web una blogger che ha avuto anch'essa la stessa ispirazione); ho messo sù il mio secondo zuccotto.
Spero sia di vostro gradimento....
Il grembiule è pronto, alziamoci le maniche e via coi pasticci!! =>


Ingredienti per 6/8 persone:
Per il Pan di Spagna
-150 gr di farina 00
-25 gr di fecola di patate
-175 zucchero
-4 uova
-1 bustina lievito per dolci
-1 bustina vaniglia
-1 pizzico sale
-4 cucchiai acqua calda

Per la bagna:
-1 cucchiaino di zucchero
-2 dita d'acqua
-2 dita di liquore d'arancia
-2 dita di marsala
In più
-liquido macerazione fragole

Per il ripieno
-250 gr di mascarpone
-100 gr zucchero a velo
-125 ml panna (io ho usato una già zuccherata)
- liquore (io ho usato un pò di liquido macerazione delle fragole e un pò di bagna )
-200 gr fragole(50 gr di zucchero per la macerazione)
-limone

Per la guarnizione
-100 gr fragole(parte da attaccare al zuccotto e il resto tagliato a tocchetti con qualche goccia limone un cucchiaio di zucchero per 40 sec al micronde)
-7 fette di ananas
-80 gr cioccolato fondente

Iniziamo preparando il pan di spagna.
Dividete i tuorli dagli albumi, montare quest'ultimi a neve soda, alla fine aggiungere 50 gr di zucchero e montare per un altro minuto.
Aggiungete ai tuorli i 4 cucchiai di acqua calda, il pizzico di sale e montare per un minutino, aggiungere il resto dello zucchero e continuare a montare finché il composto non sia bello spumoso, vi accorgerete che è buono quando "scriverà".
Unite gli albumi ai tuorli facendo attenzione a non smontare il composto con movimenti rotatori che vanno dal basso verso l'alto.
Aggiungere il lievito e la vaniglia alla farina e incorporate al composto delle uova poco alla volta, procedendo sempre con movimenti dal basso verso l'alto. Imburrate e infarinate una teglia da 26 cm e versate il composto, vi consiglio di versare prima nei lati e poi nel centro, così non si rischierà di formare una montagnetta. Infornate a 170/180'C per 30 minuti a forno caldo.
Mettete a macerare le fragole. Tagliate a pezzettini quest'ultime, unite i 50 gr di zucchero e spremete un quarto di limone.

Ora preparate la crema al mascarpone.
Unite lo zucchero a velo al mascarpone, girate finché non si formerà una crema liscia. Versate un pò di liquore(qui la quantità è a piacere, dipende dai gusti) io ho messo mezzo dito di bagna e un pò di liquido di macerazione delle fragole. Non vi preoccupate se le dosi non sono precise, perché vi regolerete ad occhio e a gusto, l'importante è non rendere troppo molle la crema. Montate la panna ed unirla alla crema di mascarpone, facendo attenzione a non smontarla.
Ora possiamo comporre il dolce, armatevi di pazienza e sangue freddo, è più facile a farlo che a spiegarlo...

Prendete il contenitore per lo zuccotto, io ho usato una semplice coppa in plastica che si usa in cucina, diametro 22cm.
Mettete la pellicola, un foglio in orizzontale e uno in verticale, come a formare una croce.
Tagliate il pan di spagna a fette di circa 1,5 cm.
Adagiate la prima fetta di ananas al centro della coppa, poi a cerchio il restante delle fette a concludere il cerchio. Nei buchi adagiate pezzi di fragola, pressando bene.

Ora passiamo alle fette di pan di spagna, ponetene una lunga al centro, sopra l'ananas, e poi adagiate le altre una vicina all'altra, non lasciate spazi. Se si rompono non è un dramma, anzi dovrete tagliate dei pezzettini per tappare i buchi!

Scolate le fragole dal liquido di macerazione e mettete da parte.

Bagnate le fette con la bagna e un pò liquido delle fragole, non esagerate sennò poi tracolla tutto =>
Versare metà crema nella coppa, livellate e aggiungete metà fragole



Riponete uno strato di fette di pan di spagna (bagnate metà, quella che verrà di sopra) dopodiché adagiate l'altra metà di crema e il rimanente delle fragole.
Ora possiamo finire di comporre il dolce adagiando l'ultimo strato di fette di pan di spagna, bagnando sempre la parte esterna, tappate eventuali buchi e chiudete lo zuccotto con la pellicola che sporge dai lati.



Mettete un piatto di sopra e un peso, lasciare in frigo per almeno 4 ore.
Passato il tempo necessario sformate su un vassoio, togliete la pellicola, il dolce si presenterà così



Mettete 2/3 di cioccolato a pezzi in un tazza e fatelo sciogliere al microonde, girare bene e dopo unire l'altro 1/3 girando bene per farlo sciogliere. Mettete in un cono di carta da forno e fate la decorazione. Tagliate le fragole a fette, spennellate con un pò di cioccolato e attaccatele allo zuccotto.
Prendete il resto delle fragole, messe al micronde col cucchiaio di zucchero e gocce di limone ed adagiatele intorno al dolce.


Ponete in frigo fino alla consumazione, che, dopo tante fatiche vi ripagherà di tanto sforzo...eccome se vi ripagherà!


Dimenticavo...foto veloce scattata a tavola, ecco come si presenta dentro!






Con questa ricetta partecipo al Contest di ''Ricci Picci e Capricci''

giovedì 14 aprile 2011

Torta di ricotta

Dolcigolosità-torta di ricotta
Torta di ricotta

Questa è una ricetta che fa fare sempre la sua figura, una torta semplice ma di grande riuscita. Se dovete far visita a qualche parente, un invito a cena oppure un semplice pranzo tra amici, con questo dolce vi accaparrerete le lodi di chiunque, perciò, ve lo consiglio caldamente. Importante è la qualità della materia prima, la ricotta, io ne uso una locale, ma andrà bene anche una di banco, l'importante è che sia fresca. Anche perché, il sapore finale è determinato dal liquore che andrete ad incorporare ad essa, io ho usato il mio ''limoncello'' che dona un profumo speciale alla torta.
Questa ricetta è stata presa da una signora calabrese simpaticissima, la signora Ninetta, che ogni tanto propone le sue ricette in una tv locale.


Ingredienti per uno stampo da 26cm:
Per la frolla
-500 gr farina
-2 uova medie più un tuorlo
-250 gr zucchero
-150 gr burro
-1 bustina lievito
-1 bustina vaniglia
-buccia di limone grattugiato
-1 pizzico sale
Per il ripieno
-400 gr ricotta
-200 gr zucchero
-50 gr cioccolato fondente a pezzetti
-1 bicchierino di liquore, corrisponde a circa 25 cc (''limoncello'', strega, rhum ecc.)
-1 uovo
-1 bustina vaniglia
-1 pizzico sale
Inoltre zucchero a velo per la superficie



mercoledì 13 aprile 2011

Limoncello forte

Dolcigolosità- limoncello forte
Limoncello forte







Causa albero che chiede alleggerimento, in questi giorni ho preparato il limoncello, uno degli elisir campani più famosi  al mondo. La sua paternità è contesa tra i sorrentini, capresi e amalfitani, ma noi non vogliamo entrare in queste diatribe e vi indico la ricetta che viene usata a casa mia. Vi avverto, è abbastanza alcolico, ma basta regolare le dosi alcool/ sciroppo di zucchero e avrete un liquore più o meno alcolico.
Questo liquore, oltre a consumarlo liscio, lo uso molto spesso come base per i miei dolci: torte, ripieni per dolci ecc.
Ingredienti per 1 litro:
- 10 limoni
- 1 bottiglia alcool ( io ne uso 500 ml)
- 500 gr zucchero
- 500 ml acqua

Lavate i limoni, asciugateli e poi prelevate la scorza utilizzando un pelapatate. Mettete le scorze e l'alcool in una bottiglia che poi andrete a tappare, mettere a riposo per una settimana al buio.

sabato 9 aprile 2011

Biscotti con farina di riso

Dolci golosità: Biscotti con farina di riso
Biscotti con farina di riso




E dopo i biscotti slurposi, passiamo così, senza remore ai biscotti "leggeri". E si, perché è proprio questa la sensazione che si ha quando si gustano questi biscotti che, sono il risultato di un mio esperimento, sempre maldestri eh, ma fortunatamente uno su mille ce la fa! E poi mica so scema che posto ricette venute male ^_^


Ingredienti:
-500 gr farina 00
-50 gr farina riso
-200 gr zucchero
-150 ml latte
-150 burro
-1 uovo
-1 bustina lievito
-1 bustina vanillina
-1 pizzico di sale
-scorza limone grattugiato
Inoltre
Una tazza di latte- zucchero semolato( o di canna) per la superficie.

Montare il burro con lo zucchero, poi unire il latte, l'uovo, la vanillina, il pizzico di sale e la scorza di limone, dopo averli accorpati bene unite anche le farine e il lievito setacciato. Lavorate bene fin ad ottenere un impasto omogeneo. Prendere dei pezzi dalla pasta e stendete aiutandovi con la farina, fate una sfoglia di circa 10 mm e procedete a tagliare le formine. Io prima ho steso la pasta, per ottenere l'effetto rigato ci ho passato sopra il mattarello rigato e poi ho tagliato le formine. Adagiate sulla placca forno ricoperta con foglio carta forno bagnato e strizzato, spennellate col latte e spolverizzare con lo zucchero. Infornare per 15 minuti a 180'C. I tempi del forno sono orientativi perché cambiano da forno a forno....buona colazione gente!

Con questa ricetta partecipo al Contest di ''Juls' Kitchen'' promosso in collaborazione con ''Macchine alimentari''
e dal titolo: ...e se fossi una ricetta?
Areagratis host


se fossi una ricetta....?Devo dire che mi è venuto in mente un pò di tutto, però, dopo circa 10 secondi mi ero ravveduta...io ho una fantasia sfrenata, ma, all'atto pratico...sono molto pratica (scusate la ridondanza). Mi piace la semplicità, adoro andare dritta al punto e non mi piacciono i giri di fronzole (si dice così!?!).
Capito questo, il passo successivo è stato breve, mi sono chiesta: a cosa non potrei mai rinunciare? E si, non potrei mai rinunciare al mio biscotto mattutino, nemmeno se sono a dieta. Perché se mi devo togliere quello, è meglio che non esca di casa, per il resto posso pure fare la fame tutto il giorno che non mi pesa.
Quindi ho pensato di portare la ricetta di questi biscotti, che sono i miei compagni da un paio di mesi...compagni perché sono a dieta e questi sono leggeri, e rappresentano il mio modo d'essere, leggeri e senza rinunce.
E...ogni tanto si prestano alle mie voglie, cioè li spalmo con la nutella...diviniiiii!
Voi direte: ma non eri a dieta? E si che lo sono, ma anche io sono una mortale e faccio le schifezzette....spalmo uno, spalmo l'altro li unisco e poi giù! ^_^
Sennò che gusto c'è a fare la dieta!
Tornando seri, questi biscotti sono ottimi, li vedo proprio per me e mi rappresentano molto, perché, nonostante sia a dieta (devo scendere solo un altro kg) sono leggeri leggeri, e non hanno affatto compromesso la riuscita della mia dieta ~_^
Quindi, se fossi una ricetta, sarei una ricetta di biscotti leggeri e friabili come questi!

venerdì 8 aprile 2011

Muhallabia (dolce arabo)



Buongiorno gente, oggi vorrei parlarvi di questo dolce arabo che casualmente ho conosciuto attraverso una video ricetta in una trasmissione locale.
E' un dolce fatto di latte e farina di riso, molto semplice e delicato, perchè andrebbe profumato con acqua di rose...acqua di rose, ma dico io, dove si trova???? Dalle mie parti inutilmente sono riuscita a trovarla, quindi ho dovuto optare con un'aroma sostituta, però mi sono ripromessa di fare il rosolio non appena le mie rose si faranno a vedere!
Inizio con darvi una dritta, se non avete la farina di riso....si può fare lo stesso, basta che prendiate dalla dispensa il riso e il macinino del caffè e zac... via con lo sfarinamento! Vi consiglio d'usare il riso Roma o qualsiasi altro riso bianco, no a quelli parboiled! Vi consiglio di passare la farina a setaccio, e di tritare più volte, ma non indugiate troppo sul bottoncino del macinino altrimenti mi cocete il riso ^-^..ok, partiamo con la ricetta vera e propria:


Ingredienti per 3 persone:
-500 ml latte
-50 gr zucchero semolato
-30 gr farina riso ( io ho messo 20 gr di farina di riso e 10 di amido di mais)
- 1 cucchiaio abbondante di acqua di rose (oppure acqua d'arance o liquore che preferite/avete)
-1 pizzico di sale
-mandorle, pistacchi, nocciole triturate e uvetta (che io non ho messo)
Opzionale: inoltre ho aggiunto alla ricetta 2 cucchiai di zucchero di canna e una spruzzata di cannella



Il procedimento è più o meno come una normale crema. In un pentolino mettere a bollire il latte tranne una tazzina di caffè. In un altro pentolino verserete la farina di riso e unirete un pò del latte che avrete messo da parte, dovete farne una pappetta, lavorate bene con un cucchiaio per non lasciare grumi, se ne serve aggiungete altro latte finchè non verrà una cremetta liscia, unitevi poi il pizzico di sale e lo zucchero semolato e amalgamate bene. Il latte rimasto unitelo al resto che è sul fuoco, aspettate che il latte arrivi a bollore e spegnete la fiamma; controllate non ci siano veli e unite poco alla volta alla pappetta di riso. Dopo aver amalgamato bene il tutto, accendete di nuovo il fuoco (basso) , girate sempre affinche non attacchi al fondo, a me la crema è venuta dopo circa 15 minuti, però tenete conto che i primi 5 minuti il fuoco era alto, perciò calcolate 20 minuti circa. Mettete la crema a raffreddare, io l'ho messa a bagno in 3 dita d'acqua fredda, a questo punto mettete l'acqua di rose, tenete conto che se la crema è calda l'alcool si volaterizzerà; intanto pestate la frutta secca. Prendete lo zucchero di canna e mettetelo in un pentolino insieme alla cannella, fatelo saltare per un minuto circa.
Quando la crema sarà completamente fredda, servire in coppette, spruzzare lo zucchero di canna sopra e la frutta secca!
Qui un particolare ravvicinato:





Con questa ricetta partecipo al Contest di ''Cocogianni''

mercoledì 6 aprile 2011

Chocolate Chips Cookies

Dolcigolosità-Chocolate Chips Cookies
Chocolate Chips Cookies



Biscotti così slurposi non ne ho mai mangiati, e vabbè che posso essere di parte, ma vi assicuro che dopo aver provato questa ricetta non ve ne staccherete più.
I Chocolate Chips Cookies sono biscotti tipici americani, si narra che furono inventati da una massaia dopo un pasticcio in cucina...già me la vedo tutta intenta a mascherare l'errore facendo finta di nulla! Vista la fama di questi biscotti, possiamo ufficialmente affermare che gli errori a noi ci piacciono, e specialmente se i risultati sono così. Vi lascio la parte storica, anche perché non mi piace fare copia incolla e vado subito al sodo, la ricetta!
Ingredienti:
-500 gr farina 00( potete togliere 50 gr di farina e aggiungere 50 gr di farina di riso o di fecola)
-2 uova
-200 gr zucchero semolato
-100 gr zucchero di canna
-250 gr burro
- 1 bustina lievito per dolci
-una punta di cucchiaino di bicarbonato di sodio
- 2 bustine vanillina
- 1 cucchiaino di sale
-buccia grattugiata limone
Inoltre
250 gr cioccolato (io uso fondente)- volendo si possono aggiungere nocciole prese a martellate (mi diverto con poco io!).
Prima di tutto tagliate il cioccolato a pezzetti col coltello, io non lo sminuzzo perché mi piace sentire il cioccolato sotto ai denti quando sgranocchio .

domenica 3 aprile 2011

Ciocco-Nippon

Dolcigolosità- Ciocconippon
Ciocco-nippon





Chi di voi non ha mai sbavato dietro i nippon???? Io letteralmente sempre!!!!
Allora mi sono detta, ci riuscirò a riproporre qualcosa che sia anche lontanamente vicina a quel sapore che mi fa andare in paradiso? Esperimento riuscito, io direi anche meglio dell'originale, e si.... provate e mi poi mi saprete dire!

Le materie prime sono facilmente reperibili e a costo minimo, infatti per i cereali ho usato i cereali tostati con cioccolato e miele della lidl, esattamente quelli a destra clicca qui e cioccolato fondente, a me piace questo, ma voi potete usare quello che più vi piace...allora troppe parole, al lavoro...

Ingredienti:
- 300 gr di cioccolata
- cereali quanti ne chiede il cioccolato, di solito 3 manciate


La parte più difficile è temperare il cioccolato, io faccio così: sminuzzo il cioccolato, intanto metto a bollire un pentolino con acqua, spengo la fiammma e immergo il cioccolato a bagnomaria. Giro giro finchè si scioglie, attenzione a non far cadere acqua dentro al cioccolato, altrimenti si può buttare il tutto, pure una goccia!
Appoggio il cucchiaio sul labbro, se è abbastanza caldo, tiro fuori dal bagnomaria e metto il pentolino col sedere nell'acqua fredda. Giro giro finchè quando appoggio una goccia di cioccolato sul labbro e lo sento più freddo della mia temperatura. Rivado sul fornello, sempre spento, ma l'acqua deve essere calda e lo faccio riscaldare di nuovo. Il cioccolato dopo circa un minuto è pronto. Io procedo ad occhio con l'inserimento dei cereali, dipende quanto volete il nippon ricco di cereali. ne metto circa 3 o 4 manciate e faccio amalgamare bene.
Riponete il composto in una teglia di alluminio usa e getta, livellate e fate asciugare , serve all'incirca mezz'ora, potete mettere pure nel frigo se siete di fretta. Dopo muovete un pò il contenitore, il nippon si staccherà subito, rivoltatelo su un ripiano, tagliate e servite...buon appetito!





Con questa ricetta partecipo al Contest di ''ZAMPETTE IN PASTA''




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...