lunedì 25 marzo 2013

Pan di Spagna

Dolci golosità: Pan di Spagna



In un blog come al mio non potevo non dare uno spazio tutto dedicato al pan di Spagna!
Devo dirvi che i miei primi approcci verso questo dolce non sono stati propriamente confortanti, poi col tempo mi sono resa conto che più della ricetta -anche perché è piuttosto basica e facile- sono importanti molto di più alcuni accorgimenti per rendere un pan di Spagna degno di questo nome.
Alcune di voi mi hanno scritto chiedendomi se il lievito era necessario, visto che nelle mie ricette lo inserisco. Per regola no, la ricetta originale non lo prevede però io l'ho sempre aggiunto per ovviare al problema del mio mini sbattitore elettrico, un aiuto glielo devo pur dare, no? Se invece siete fortunate e possedete un robot da cucina o uno sbattitore degno di questo nome, potete stare più che tranquille ad omettere il lievito, lasciate lavorare il robot per almeno 10 minuti, lo sbattitore per 15 e la montatura dell'uovo creerà abbastanza aria da far lievitare degnamente il vostro pan di Spagna. Quindi, se avete uno sbattitore deboluccio che sembra possa lasciarvi da un minuto all'altro come al mio, potete inserire il lievito, tanto il gusto finale non verrà compromesso; se invece ne possedete uno più potente allora potete ometterlo, è superfluo.
Il primo accorgimento da adottare sono le uova che devono essere a temperatura ambiente, quindi ricordatevi sempre di levarle dal frigo almeno un'ora prima del loro utilizzo. Io uso montare separatamente i rossi dagli albumi, secondo me rendono il pan di Spagna più soffice e leggero, ma ci sono altri trucchetti che negli anni ho sperimentato con successo e che si possono adottare nella preparazione delle vostre torte.
• Sostituendo ad ogni uovo intero 2 albumi montati a neve avrete un pan di spagna più leggero.
• Se aggiungete 2 cucchiai di olio di semi all'impasto, rimarrà più morbido.
• Per torte più soffici si possono sostituire 50 gr di farina con amido di mais o fecola di patate.
• Se la torta vi rimane attaccata alla teglia, avvicinatela ad una fonte di calore (fuoco basso) e lasciatela per circa 10 secondi, si staccherà facilmente.
• In fase di cottura non aprite mai lo sportello per non far uscire l'umidità e provocare sbalzi termici all'interno del forno, rischiereste di veder afflosciare tristemente il vostro pan di Spagna.
• Una volta passato il tempo di cottura fate sempre la prova stecchino. Dovete inserire uno stecchino pulito nella parte più alta e centrale della torta, chiudete velocemente lo sportello e passatevelo sulle labbra asciutte, dovrà risultare asciutto. In caso contrario lasciate la torta ancora per altri 5 minuti, se è già dorata copritela con un foglio di carta alluminio.
Se non dimentico qualcosa credo che questo sia tutto, in caso contrario in futuro provvederò ad aggiornare, anzi se avete altre dritte non esitate a suggerirle nei commenti, sarà un piacere allungare la lista.
Prima di passare alla ricetta vorrei spendere due parole sulla Genoise,  che come sappiamo è una variante del pan di spagna ma non è uguale, la differenza sta nelle dosi degli ingredienti, alcuni passaggi differenti nelle fasi di lavorazione e infine risulta una torta più soda e compatta. Agli ingredienti secchi della ricetta del pan di Spagna ne vanno tolti all'incirca il 6% e verrà aggiunto del burro. Le uova verranno montate intere ed a bagnomaria in un pentolino d'acqua calda, mi raccomando non sul fuoco. Dopo aver montato le uova uniremo il burro fuso freddo, poi la farina e infine procederemo come al pan di Spagna.
Per rendere l'articolo completo, vi scriverò sia la ricetta che uso io e che mi ha insegnato mia madre, sia la ricetta tradizionale con le diverse varianti. Con meno farina se desiderate un pan di Spagna più leggero da consumare asciutto, poi una via di mezzo e infine una con più farina  se lo dovete farcire e vi serve un pan di Spagna più compatto che tenga il peso della bagna. In fondo aggiungerò la variante della Genoise.
Il Pan di Spagna che vedete nelle fotografie l'ho realizzato con la mia ricetta, che in pratica sarà quella che leggerete per prima. L'ho utilizzato per una torta preparata per il giorno di S.Giuseppe, quel giorno oltre alle altre ricorrenze abbiamo festeggiato anche la mia Cresima, per questo non sono riuscita a fare una foto decente della torta.



Pan di Spagna - Ricetta che uso io -

Ingredienti per da 26 cm
220 gr farina 00 ( oppure 170 gr farina + 50 gr amido di mais)
220 gr zucchero semolato
5 uova
4 cucchiai acqua calda
1 bacca di vaniglia
1 bustina di lievito per dolci (opzionale)
1 presa di sale

mercoledì 13 marzo 2013

Crostata crumble al kiwi e marmellata

Dolci golosità: Crostata crumble al kiwi e marmellata

Crostata crumble al kiwi e marmellata, questa è davvero una delle ricette con il titolo più dispersivo mai scritto, ma non fatevi fuorviare, è un dolce veloce e molto semplice da realizzare.
Se vogliamo dirla tutta, dopo l'esperienza iper calorica della settimana scorsa-alias la Torta alla nutella -dovevo stare con le manine a posto non dico tanto, ma almeno fino a Pasqua!
E no, non posso, ormai in casa mia si è entrati in un circolo vizioso e senza dolce non s'adda stà, nemmeno un giorno. Ancora non ho ben capito se la colpa è mia, ma qua i dolci me li reclamano e il bello è che non ci sono bambini per casa! Che poi, a pensarci bene, questa affermazione non è del tutto esatta, un bambino ci sarebbe, ed è bambino più vicino all'ottantina che alla settantina...mio padre.
Si sa, quando si avanza con l'età sembra quasi che si ritorni indietro e tutti quei piccoli sfizi che nell'arco della vita te li sei vietati in nome del risparmio oggi magicamente te li vuoi prendere tutti. È un pò come se ti volessi gustare fino in fondo quelle cose che in passsto hai rinunciato, nell'infanzia per colpa della situazione post guerra, nella vita matrimoniale perché prima vengono i figli e poi tu. Si insomma, forse ci si rende veramente conto che la vita è fatta di attimi e non è peccato se ci si concede uno o più sfizi, delle piccole coccole per gola.
Questa ricetta è una delle tante che preparo per lui e questa volta mi sono lasciata ispirare sfogliando la rivista di "in Tavola" del mese di novembre, ho visto la foto e mi sono messa subito all'opera. Non ho preso la ricetta da lì perché sia per la frolla che per il crumble ho delle ricette già sperimentate più volte di cui mi fido ciecamente sulla riuscita. Una è questa crostata marmellata albicocche e l'altra è questo crumble di mele e cioccolato, ho riunito il tutto adattando le dosi, non ho seguito nemmeno le indicazioni per il ripieno ma ho fatto un'esplorazione nella credenza e ne è uscita questa crostata crumble al kiwi e marmellata di albicocche veramente coi fiocchi.
Come quasi tutti i miei dolci non è una ricetta difficile, potete sostituire il ripieno secondo i vostri gusti. A noi è piaciuta molto, la dolcezza della marmellata e la leggera asprezza del kiwi non al culmine della maturazione, in più la croccantezza delle briciole sono un mix molto goloso. Volendo potete aggiungere della granella di nocciole al crumble, peccato non averci pensato prima. Insomma se non sapete che dolce preparare e volete sbrigarvi presto non vi resta che prendete carta e penna.
Ps. Avete notato che belle foto mi sono uscite a sto giro? Mi meraviglio di me, sembra quasi che non l'abbia fatte io per quanto mi piacciono. Sono sempre iper critica con me stessa-sarà ancora colpa del mio segno zodiacale, la vergine?- e alla faccia della modestia, mi auto complimento dandomi una gran pacca sulla spalla per i progressi che sto facendo!!! Ahahah, vabbè me ne vado...un abbraccio a tutti =)

Crostata crumble al kiwi e marmellata

Ingredienti

Per la base in frolla
250 gr farina 00
140 gr burro t.a.
110 gr zucchero
2 tuorli
scorza grattugiata di un limone
1 bustina vanillina
un pizzico di sale
2 cucchiai di latte (se necessari)

Per il crumble
150 gr farina 00
110 gr burro freddo
110 gr zucchero semolato
1 bustina vanillina
1 pizzico sale

venerdì 8 marzo 2013

Torta alla nutella

Dolci golosità: Torta alla nutella

Ve lo dico subito, se siete a dieta cambiate subito pagina, questa non è una semplice torta... questa è una torta alla, con, di ( e altre preposizioni che ora non mi vengono) dicevo... si insomma è un' esplosione di nutella. Partendo dal pan di spagna finendo alla decorazione è un'apoteosi di nutella. Volete sapere se è buona? No, lo è di più, questa è la libidine fatta torta. Non esagero, questa è davvero la torta più buona che abbia mai fatto, e il più del merito va a lei. Perciò, se amate la crema spalmabile più buona del mondo dovete assolutamente provarla. Che poi, diciamocela tutta, non c'è miglior soddisfazione che preparare un dolce così goloso con le proprie mani...altro che torta al cioccolato dell'Ikea!(meglio non addentrarci..va)
Come dicevo prima la nutella è presente sia nel pan di spagna che nelle creme, il pan di spagna può essere consumato da solo senza farcia, rimane molto soffice, addiritura non c'è stato bisogno di bagna. Vi dirò un'altra cosa, io l'ho lasciato in credenza avvolto nella pellicola e dentro una busta per 3 giorni prima di riprenderlo, da non credere...è rimasto tale e quale dal momento che l'ho sfornato. In più è molto semplice e veloce da preparare, se invece lo volete farcire ci metterete un pò di più ma vi assicuro che non ve ne pentirete e farete un figurone in famiglia.
Non vi resta che provare adesso, vi lascio tutte le indicazioni e fatemi sapere se vi è piaciuta....anche se la risposta è quasi scontata! =_^

 Ps. anche se io non festeggio questa festa vorrei comunque dare i miei Auguri a tutte le donne, tutte quelle donne che ogni giorno affrontano la vita con coraggio e sono donne nella dignità non solo nella forma! Un abbraccio a tutti!!!

E se vi piace la nutella vi consiglio quest'altra ricetta: Rotolo alla nutella

Torta alla nutella

Ingredienti
Pan di spagna alla nutella
100 gr farina
50 gr fecola di patate
150 gr zucchero
200 ml latte
3 uova
1 bustina lievito per dolci
4 cucchiai nutella
2 cucchiai olio evo
1 pizzico di sale

Crema alla nutella
400 ml latte
3 tuorli
120 gr zucchero
45 amido di mais o fecola di patate
1 pizzico di sale
2 cucchiai nutella

Inoltre
250 mascarpone
50 gr di zucchero a velo
2 e 1/2 fogli di colla di pesce (6 gr circa) sciolti in 2 cucchiai di latte



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...