sabato 31 marzo 2012

Cheesecake alle albicocche con ricotta e crema pasticcera

Dolci golosità: Cheesecake alle albicocche con ricotta e crema pasticcera
Cheesecake alle albicocche con ricotta e crema pasticcera


Giaceva sconsolata in frigo una confezione di ricotta che oramai mi faceva pena, isolata là in un angolino e scansata da una parte all'altra senza essere presa in considerazione da nessuno.
Se lo dico non inorridite....era una ricotta da banco! 
I cultori di questo formaggio sanno benissimo che quella non è la vera ricotta, è solo una timida imitazione, quindi io mi lavo le mani come quel simpaticone leggendario e dò tutta la colpa a mio padre che, se non esce dal supermercato con 3,4, 5 cose che non servono e che nessuno calcolerà mai di striscio...non è lui!
Presa coscienza che mancavano solo 3 giorni alla scadenza e, che se fino a quell'ora nessuno l'aveva consumata, doveva pensarci qualcuno a prendere seri provvedimenti! Seri...si ok, avete capito, no?
Ho messo sù un finto cheesecake con una finta ricotta, la cosa quadra, no?
Ed ecco a voi un cheesecake (puristi per favore non odiatemi, ma in questi tempi è peccato sprecare) di ricotta e crema pasticcera. Si perchè oltre che finta, la ricotta era pure poca per fare un cheesecake che non fosse a misura di puffo.
Questa versione è stata cotta al forno, ma può benissimo essere preparata a freddo, basta aggiungere alla crema un foglio di gelatina messo in ammollo in poca acqua e strizzato, e poi via in frigo!
Di sopra ho aggiunto uno strato di yogurt cremoso addizionato con lo sciroppo delle albicocche, per mio gusto ho preferito spalmarlo per averlo colante però mi ha appesantito la crema di sotto, in alcuni punti ha ceduto un pò. Nella spiegazione invece darò la ricetta per avere uno strato omogeneo addizionato con la colla di pesce.
Il topping finale l'ho realizzato con albicocche sciroppate, ho usato le ''Goloserie di campagna'' prodotte da Cascina San Cassiano, davvero ottime perche nello sciroppo è presente vino Moscato d'Asti DOCG che regalano ai frutti un sapore davvero speciale. 
Va bene, ora bando alle ciance e partiamo con la ricetta.

Ingredienti per 8 persone:
Per la base
- 400 gr biscotti secchi
- 80 gr burro fuso
- 2 cucchiai zucchero

Per la farcia
- 250 gr ricotta
- 100 gr zucchero
- aroma vaniglia

Per la crema pasticcera
- 500 ml latte
- 3 tuorli
- 120 gr zucchero
- 40 gr amido di mais
- aroma vaniglia
- 1 pizzico di sale

Crema copertura
- 300 gr yogurt cremoso bianco
- 1 foglio colla pesce
- 20 ml sciroppo di albicocche

Topping
- 14 albicocche sciroppate ( io Goloserie di campagna )


Procedimento

venerdì 23 marzo 2012

Crostata alla crema di kiwi

Dolci golosità: Crostata alla crema di kiwi
Crostata alla crema di kiwi




Non so a voi ma a me il kiwi dà una grande sensazione di freschezza! Adesso che è arrivata la primavera lo cerco ancora di più e visto che c'ero.... ce l'ho infilato anche dentro e sopra alla crostata.
Fortunatamente non manca quasi mai a casa mia, è un frutto dalle mille proprietà benefiche e..lo sapevate che se assunto ben maturo è un ottimo depuratore dell'intestino? Infatti è il mio spazzino personale visto che il mio non è pigro...è un orso bruno perennemente  in letargo!

Questo è un dolce veloce veloce e se non avete o non vi piace il kiwi potete sostituirlo con qualsiasi altro frutto.
Prima di salutarvi volevo chiedervi....vi piace la nuova intestazione??? Ve ne siete accorti , vero??^_^
Un abbraccio a tutti  e state all'erta perchè prossimamente su questi schermi (lo so...fa molto tv anni 90') vi farò vedere un ricetta che ricetta non è,  che farà felici mamme  bambini e non..almeno spero!


Ingredienti per 8 persone:

Per la pasta frolla
  
- 300 gr farina 00
- 100 gr burro ammorbidito
- 150 gr zucchero a velo
- 1 uovo
- 30 ml latte
- 1 limone (il succo)
- 1 pizzico di sale
- 1 bustina vanillina

Per la crema

- 200 ml panna fresca (o da montare)
- 150 gr zucchero
- 3 uova
- 250 gr di kiwi (sono circa 3)
- 100 gr di amido di mais
- 2 cucchiai di rum
- 1 pizzico di sale

Inoltre
- 50 gr di biscotti secchi sbriciolati

Per guarnire
- 2 grossi kiwi
- 1 cucchiaio di marmellata (io quella di mandarini cinesi)

Procedimento


lunedì 19 marzo 2012

Cake alla Coca Cola

Dolci golosità: Cake alla Coca Cola farcito con crema al cioccolato
Cake alla Coca Cola

Era già da un pò di tempo che pensavo ad un cake che ospitasse nel suo impasto le simpatiche bollicine della Coca Cola...mancava solo un pò di coraggio per provare! Onestamente non credevo che l'aggiunta della coca cola potesse dare all'impasto nessun sapore, infatti non l'ha dato, però ero curiosa di vedere come si comportava con la lievitazione!
Questo è un esperimento che devo ancora perfezionare, il risultato è ottimo ma vorrei provare a farci il pan di spagna montando le uova come regola vuole. Infatti questo cake non è stato montato con le fruste, ho fatto tutto a mano procedendo quasi come si fà per fare i muffin. Come potete vedere l'impasto ha risposto bene, ho aggiunto solo un cucchiaino raso di bicarbonato per aiutare, ma alla prossima voglio provare senza. Unico neo che ho cotto questo cake nel forno della cucina a legna, quindi secondo me poteva gonfiare di più, cosa che non è accaduta a causa della temperatura ballerina del forno. Chi ha infornato in queste cucine sà benissimo che cucinarci lievitati è un suicidio...ma nonostante ciò il risultato è più che ottimo!
Io ho scelto di farcirlo con una ganache aromatizzata al caffè, ma voi poteteve farcirla con qualunque cosa.
Faccio una piccola premessa prima d'andare avanti....sappiamo tutti che con i dolci non si potrebbe accostare mai e poi mai la parola light, ce lo vedete voi un babà o un profitterol light?? Ma oggi siori e siore vi vorrei stupire...si come no...vabbè, è perchè non ho usato la classica Coca Cola, ma bensì quella light con meno di una caloria per 100 ml. Usando un liquido già zuccherato mi ha permesso di poter ridurre la quantità di zucchero nel composto. Con ciò non vi voglio intortare dicendovi che questo dolce sia light, basta soffermarsi a guardare il ripieno di cioccolata, ma se consumato in piccoli dosi e al posto del cioccolato lo farcite con un velo di marmellata è un'ottima colazione o merenda anche per chi vuole stare attento alla linea....vabbè ci ho provato! ^_^
Un ultimo appunto, la Coca Cola non deve essre sgasata per ovvi motivi e deve essere a temperatura ambiente, inoltre vi preciso che il cake è stato cotto in una formina del pane in cassetta.


 Ingredienti:
♥ 200 gr di farina 00
♥ 2 uova piccoli 
♥ 110 gr zucchero
♥ 70 gr burro fuso
♥ 100 ml Coca Cola Light (temperatura ambiente) 
♥ 1 cucchiaino raso di bicarbonato
♥ 1 bustina di vanillina
♥ 1 pizzico di sale

Per la ganache al caffè:
♥ 200 gr cioccolato alle nocciole
♥ 100 ml panna
♥ 50 ml caffè ristretto
♥ 50 gr burro

Inoltre
♥ zucchero a velo

Procedimento:

martedì 13 marzo 2012

Biscotti abbracci

Dolci golosità: Biscotti abbracci
Biscotti abbracci
E dopo che mio padre si è deciso a non comprare più biscotti al supermercato...in casa siamo tornati alla vecchia maniera, ce li facciamo noi! 
Non sò il perchè, lui nemmeno li mangia, gli era presa la scimmia di comperare  biscotti, potete immaginare il nervoso quando lo vedevo tornare??? Che poi non uno, ma due pacchi alla volta!!!
Spulciando tra le varie ricette già postate mi ero accorta che ancora non avevo proposto quelli degli abbracci, quelli della nota marca M.B., che poi alla fin fine non è che siano tanto diversi dai normali frollini. Tutto ciò si può notare dalle ricette che la ditta stessa mette on line nella sezione dei loro prodotti, però qualcosa la omettono.....come è giusto che sia!
Per preparare questi biscotti ci sono 2 procedimenti, uno veloce e uno standard. Io preferisco quello veloce per ovvi motivi ^_^ 
Per quello veloce impasto tutti gli ingredienti omettendo il cacao, che aggiungerò ad impasto pronto. Quello standard vuole che ci siano due impasti, in uno appunto viene eliminata la vanillina ed aggiunto il cacao. Per esperienza non cambia un granchè! Sotto vedrete elencati gli ingredienti per la versione veloce ma se volete optare per la versione standard basterà dividere in due gli ingredienti e fare due impasti distinti, solo che in quello bianco non aggiungerete il cacao e nell'impasto al cacao ometterete la vanillina.
Volevo fare una piccola aggiunta...avete per caso notato un ricercato senso anni '90 della foto? Non scoraggiatemi vi prego....
Si perchè gli abbracci erano biscotti che andavano molto in quegli anni, almeno in casa mia. Ho voluto ricreare lo scenario di un normale pomeriggio di quando ero una ragazzetta delle medie e facevo merenda dopo i compiti! Se notate sono presenti due cimeli anni '90 in bella vista, quello era il portachiavi attaccato al mio astuccio, l'astuccio s'intravede a mala pena. Ma vabbè, ho voluto fare una foto che mi ricordasse i tempi, beata gioventù!
Che altro dire....Viva i biscotti home made ^_^

Ingredienti:
- 500 gr farina 00
- 40 gr farina di nocciole
- 180 gr zucchero
- 200 gr burro
- 120 ml panna
- 1 bustina lievito
- 1 bustina vanillina
- 1 pizzico di sale
- 1 uovo grande
Inoltre
 - 20 gr cacao amaro

sabato 10 marzo 2012

Tartufini al peperoncino di Calabria

Dolci golosità: Tartufini al cioccolato con peperoncino di Calabria
Tartufini al peperoncino di Calabria
Prima o poi doveva succedere... da vera calabrese non potevo esimermi dal realizzare un dolce col peperoncino. Questi sono dei tartufini preparati con metà cioccolato fondente e metà cioccolato alla nocciola, però se voi lo desiderate potete optare per uno o per l'altro. 
Il peperoncino che ho utilizzato è  quello che vedete in foto, non sò bene come si chiami la varietà, da noi si chiama ''miccia i gattu''. Per la traduzione avrei due tre secondi d'imbarazzo e di schifidume, significa...ehm....la miccia sapete cos'è, vero? Ok...quella del gatto!  Che poi perchè associare l'organo sessuale di un gatto al peperoncino...mah!
Per me è mediamente piccante, per mia madre (che è grande consumatrice) è poco piccante, per mio padre (stitico al peperoncino) è il vulcano in piena...quindi non saprei dirvi precisamente se è molto piccante. Tutta questa disquisizione sulla piccantezza non è per farvi sapere i fatti di casa mia (che giustamente a voi poco importano), ma è per darvi indicazione sulla quantità di peperoncino da utilizzare nella ricetta. Partendo dal presupposto che non dovrete correre ad ululare nella vallata, stile Fantozzi, dopo aver mangiato questi tartufini, la sensazione di piccantezza deve essere molto blanda. Per farvi intendere meglio..quando il tartufino sarà in bocca voi sentirete poco o nulla del peperoncino, una volta che il dolcetto starà per essere ingoiato è lì che sentirete la piccantezza. Non sò se mi sono saputa spiegare, in poche parole la piccantezza si deve sentire all'ultimo e non appena si mette il cioccolatino in bocca.
Utilizzando 2 peperoncini come quelli in foto (sono circa di 2 cm l'uno), freschi mi raccomando, riuscirete ad arrivare al giusto grado di piccantezza, senza dover mettere poi ammollo la lingua ^_^
Vorrei aggiungere che se utilizzate peperoncini più grandi, ci sarà il problema delle sementi che non si riusciranno a sminuzzare bene. Non è bello mangiare un dolcetto e sentire sementi sotto ai denti!!!

Prima di lasciarvi vi vorrei ricordare la nuova iniziativa che ho lanciato nel post precedente share Y♥U recipe
vi aspetto!!!!


Ingredienti per circa 45 tartufini:
  • 100 ml panna
  • 60 gr burro
  • 100 gr cioccolato fondente
  • 100 gr cioccolato alle nocciole
  • mezzo bicchierino di rum
  • 2 peperoncini freschi
Inoltre
  • cacao amaro qb
  • cocco disidratato qb


 Procedimento

giovedì 8 marzo 2012

Nuova iniziativa ''Share Y♥U recipe''

Dillo con una sharata!! No non sono esaurita, almeno non più degli altri giorni, vi spiego....
Vi è mai capitato di visitare un blog ed incappando in una ricetta, un post ben fatto, una bella fotografia, pensare....''cavolo che meraviglia!!"
A me capita spesso e capita anche che quando commento il post non riesco a comunicare il mio vero entusiasmo, non perchè sia tirchia in aggettivi qualificativi, che siano di grado positivo comparativo o superlativo non fà differenza, qualsiasi cosa scriva sembra o troppo poco o troppo gonfiata fino a sembrare finta!
Sarà un problema solo mio???   
Ed è qui che mi si è accesa la lampadina!!!!!
Perchè non creare uno spazio dove poter condividere e dimostrare quindi l'ammirazione verso una ricetta/un post di un amico blogger?
Dopo averci pensato un pò è nato ''share Y♥U recipe''. Un angolo del mio blog dove appunto potremo condivedere quella ricetta di un amico blogger che viaggiando per il web ci ha colpite e vorremmo ''premiare'' citandola e rendendola ancora più visibile. Nessuna gara, nessuna competizione, solo pura e leale ammirazione verso il lavoro di qualcun altro.
Voi starete pensando, non dite di no che vi vedo ^.^ ma davvero c'è qualcuno che si scomoderebbe così tanto??
Io sono sicura di si, è una sorta di scommessa con me stessa e con le mie convinzioni del cavolo.. sono convinta che esistano molti blogger che ammirano i lavori degli altri e non si pongono il problema nel perdere 2 minuti del loro tempo per rendergli omaggio.
Allora che fare?? Si si vengo al sodo...
Vi piace il banner che ho creato per l'occasione?? Avete a disposizione uno più piccolo ed uno più grande, scegliete voi

Dolci golosità: share YOU recipeDolci golosità: share YOU recipe


Se vi va di far conoscere l' iniziativa dovreste prelevarlo e posizionarlo nella home page del vostro blog con collegamento a questo post.
(Preciso che il post di riferimento non sarà questo che state leggendo, ma QUESTO, che trovate direttamente in alto a destra nelle pagine statiche. Inoltre in questo post ci sono vari link, cliccate qualsiasi scritta ''share Y♥U recipe'', vi porterà nella pagina statica che ho dedicato all'iniziativa.)
Ora arriva la parte dove sarete protagoniste voi.
Quando vorrete ''sharare'' (termine da me coniato per l'occasione dal termine inglese: share - condividere) una ricetta, voi non dovrete fare altro che postarmi nei commenti della pagina dedicata, QUI, il link della ricetta/post che volete sharare. Al resto ci penserò io, infatti di volta in volta aggiornerò la pagina postando chi ha linkato chi, con tanto di link che porterà sia al vostro che al blog di chi avrete sharato.
Esempio:
Mariluna ha sharato ''Le dolci tentazioni di Claudia'' con il suo Baccalà alla ghiotta

Tutto chiaro? Se avete dubbi non esitate a chiedere!
Vi piace l'idea??????
Ditemidisi..ditemidisi...ditemidisi *___*

Quindi se non state più nella pelle (potrei sembrare un pò esaltata, vero?^_^) e volete iniziate già a sharare, vi aspetto QUI!!!!


PS. Tanti Auguri Donne!!!!

lunedì 5 marzo 2012

Torta al cioccolato con ganache


Dolci golosità: Torta al cioccolato con ganache
Torta al cioccolato con ganache

Solamente una torta al cioccolato, ripiena di cioccolato, coperta di cioccolato e che lasciasse schizzi di cioccolato in ogni 'ddove (specialmente sulle mie dita) poteva essere presentata oggi che, il blog, compie il suo primo Blog Compleanno!
Quasi non ci credo che sia già passato un anno qua con voi sulla blogsfera! Sfogliando indietro le pagine del blog, (se non l'avete già fatto...risparmiatevi) mi fanno sorridere i miei primi post...erano così ''basic''. Tutto è nato per gioco, lontano da me anni luce l'intento di poter mettere sù un blog che potesse portare visite.
Oggi, dopo un anno di pasticci e non, con quasi 35.000 visite all'attivo, e contando inoltre il fatto che quest'estate sono stata praticamente inattiva, tutto mi inorgoglisce!
Non mi vergogno e non mi nascondo dietro a nessun dito...mi inorgoglisce sapere che c'è gente che mi segue, sapere che una mia ricetta viene riproposta ed apprezzata e lo dico, sono felice!
Dico grazie a tutti coloro che passano di qui, che sia per caso o con intento non fà nulla, già che vi fermiate a leggere dovreste essere premiati! Dico grazie alla mia famiglia che non mi dice... ora basta con sti .zzi di dolci! Dico grazie al diabete che ha deciso di graziare tutta la mia famiglia e dico... grazie al cavolo che ingrasso!!!!!
Non mi dilungherò oltre, non siamo mica alla notte degli Oscar qua, vero? Volevo solo dirvi che mi dispiace non aver potuto organizzare un contest per l'occasione, ma da pignola come sono devo per forza rimandare il tutto a data da destinarsi!

In merito alla ricetta, come già stavo accennando prima, volevo qualcosa di cioccolatoso...non sò se ve ne siate accorti, ma l'etichetta ''cioccolato'' sta lievitando come il mio girovita! ^-^
Perciò ho sfornato la mia torta Compliblog con base di pan di spagna al cioccolato fondente farcita con ganache al cioccolato e nocciole. L'ho coperta con la ganache rimasta e il bordo con una crema al cioccolato fondente molto ''sciuè sciuè''. Per la decorazione ho usato dei zuccherini gialli e rosa che ho realizzato con la glassa all'acqua e una spolverata di cioccolato bianco grattuggiato. Spero vi piaccia, a me....chevelodicoaffà?  ^-^ Vi lascio lanciandovi tanti cuori, ve li siete meritati tutti! ♥•**•♥•**•♥•**•♥•**•♥•**•♥•**•♥•**•♥•**•♥•**♥•**•♥•**•♥•**•♥•**•♥•**•♥•**•♥•**•♥•**•♥


Ingredienti per 8 persone:
Per il pandispagna
  • 80 gr di farina
  • 40 gr amido di mais
  • 70 gr di burro
  • 3 uova
  • mezza bustina di lievito
  • 150 gr di zucchero
  • 100 gr di cioccolato fondente al 70%
  • 1 pizzico di sale
  • vaniglia
Per la crema ganache
  • 150 gr di cioccolato fondente al 70%
  • 150 ml di panna fresca zuccherata

Per la crema al cioccolato
  • 100 gr di cioccolato fondente al 70%
  • 50 ml di panna fresca zuccherata
  • 25 gr burro
  • 50 gr di nocciole tritate
 Inoltre
  • nocciole per la farcia
  • 1 bicchiere di liquore per la bagna ( io ho usato metà marsala e metà limoncello)
  • zuccherini per la decorazione (io li ho realizzati con una glassa all'acqua)
  • cioccolato bianco grattugiato

Procedimento 


giovedì 1 marzo 2012

Torta sbriciolata cacao frutta secca e ricotta

Dolci
Torta sbriciolata cacao frutta secca e ricotta
Una torta ''croccante'' e morbida allo stesso tempo, che anche se all'apparenza sembri un dolce insignificante arrivato al palato vi chiederete come fare a resistere nel mangiarne un'altra fetta! 
Questa è la torta della mia mamma,  per anni ha presenziato sulla nostra tavola nei giorni di festa e non. Una sorta di prezzemolino..quando si era invitati e si doveva portare il dolce, ti presentavi con questa ed eri sicuro che tutti avrebbero gradito!
Abbiamo questa ricetta praticamente da secoli (vabbè... forse ho esagerato un pò ^.^), ma ci tengo veramente tanto perchè mia madre la conserva gelosamente e perciò vi pregherei, nel caso la vorreste riproporre su altri siti o blog, di ricordarvi di citarne la fonte.
Questa torta non è la solita sbriciolata, almeno io non è ho mai mangiato una simile, anche se l'aspetto non lo farebbe intendere! Chiunque assaggi questa versione rimane colpito perchè sia la frutta secca ( si può usare quella che si desidera, se si mischiano diversi tipi è ancora meglio) che il cacao le danno un gusto meraviglioso, inoltre sentire sotto ai denti le noci e le nocciole è di una goduria guduriosa!!!

Ok, forse potrà sembrare che sto elogiando troppo un pezzo di torta che sembra affumicata con 4 nocciole spiacciacate sopra e un pò di ricotta infilata nel mezzo..ok ok, ma sono una nostalgicasentimentalista...questa torta per me è come il pane e cioccolato dei nostri nonni!!!
Quindi facciamo che, prima di prendermi in giro (anche se avete tutte le ragioni del mondo) provatela e poi ventite a farmi tutte le coglionelle che vorrete!!!! ^__^

Ingredienti per 8 persone:
  • 500 gr farina
  • 200 gr zucchero
  • 200 gr burro fuso
  • 1 uovo
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 3 cucchiai di cacao amaro
  • 200 gr di frutta secca (nocciole, noci, pinoli o noccioline)
  • 1 pizzico di sale
Per il ripieno
  • 500 gr di ricotta fresca
  • 240 gr di zucchero
  • 50 gr di cioccolato fondente a pezzetti
  • 1 uovo
  • 1 pizzico di sale
  • 2 cucchiaini di cannella
  • mezzo bicchierino di liquore (io liquore arancia)



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...